Log in

Mortilla Nakrì: il vino della Ninfa danzante

Un vino dal sorso piacevole che riesce ad esprimere al meglio la terra da cui nasce: la Sicilia. Terra di vitigni pregiati e di miti come quello che racconta di una Ninfa, la stessa raffigurata nell’etichetta.

L'Amarone Monte dei Ragni di Zeno Zignoli

Produrre Amarone sempre, ogni anno, con ogni clima, con ogni mezzo senza mai volerne rinunciare, senza mai domandarsi che cosa sia la natura del vino. Badar che il numero di bottiglie non si scosti mai troppo per non perder quote di mercato ed incassi, che venga riproposta continuamente la fotocopia del "gusto della casa".

Piovene Porto Godi: alla scoperta del Tai rosso

In collina a sud dei Colli Berici, in mezzo ad un'isola di bosco, Chiara Piovene da tre anni ha deciso di convertire tutto in biologico: i 40 ettari di vigneto ma anche il seminativo e l'uliveto. A dir la verità il vigneto lo era già, ma per il resto è stata una bella rivoluzione.

Brolo dei Giusti e Amarone Torre del Falasco: la Valpantena tra sfida all’alta ristorazione e la qualità diffusa

L’occasione colta è quella di festeggiare il sessantesimo anniversario della Cantina Valpantena Verona, allo Spazio Eventi Presso di Milano, giovedì 1° marzo, l’evento celebrato è stata la presentazione alla stampa dei primi risultati ottenuti del nuovo progetto vitivinicolo, Brolo dei Giusti, la sfida all'alta ristorazione della cantina cooperativa.

Il Fiano di Avellino di Ciro Picariello

Era l'anno 2006 quando bevvi la prima volta il Fiano di Avellino di Ciro Picariello. Mi colpirono la tagliente acidità e la schiettezza che si evidenziavano all' assaggio. Agli esordi la piccola cantina si avvaleva dei consigli enologici e agronomici di Carmine Valentino. Da qualche anno sono Ciro e sua moglie Rita (e anche il figlio Bruno, fresco laureato in enologia) che si occupano degli aspetti tecnici, e i vini sono sempre incredibilmente interessanti.
Sottoscrivi questo feed RSS