Log in

Donna Oleria: un pilastro ormai forte e consolidato

Letto 1092 Email
Si fa presto a dire "io", ma se non hai una squadra che ti supporta non è che puoi realizzare grandi cose. Ed è noto che i nostri eventi, fin dall'inizio, sono stati sempre pensati con grande cura dei particolari e della qualità.
 
E fin dall'inizio abbiamo chiesto la disponibilità ad alcune aziende di aiutarci nella parte relativa al food. Alcune ci hanno creduto altre meno. Tutte aziende top nella qualità. Ad oggi abbiamo uno zoccolo consolidato con il quale ci sentiamo di affrontare ogni impegno.

E, dunque, abbiamo deciso di raccontarvele. Così che chi le conosce ne abbia ricordo e chi ancora non ha avuto questo privilegio cominci a pensare a cosa si è perduto e a come recuperare.

Tra le prime un pilastro ormai forte e consolidato: Donna Oleria. Grazia e Francesco Barba, ormai notissimi anche internazionalmente (vincere per due anni consecutivi il concorso degli oli del mondo della AVPA di Parigi non è mai accaduto ad una azienda italiana) sono i nostri partner ovviamente per l'olio, e per le superrime declinazioni dei loro superrimi pomodori.



In casi particolarissimi abbiamo anche approfittato della pasta di grano duro, prodotta da loro, realizzata e confezionata dal nostro poestaio Daniele Marsano del Pastificio del Duca. La "Sagna 'ncannulata" può annoverarsi tra le interpretazioni storico-matematiche più memorabili della gastronomia da frumento. I loro prodotti, sempre presenti alle nostre manifestazioni, sono base di molti Chef di notevole importanza, e la loro passata di pomodoro è spesso usata per degli eccellenti Bloody Mary.



Ineguagliati i datterini semisecchi e la passata gialla. Vere e proprie sostanze che inducono dipendenza.

Tra le chicche gli oli aromatizzati. E gli aromi sono proprio ottenuti con molitura della sostanza primaria (aglio, arance, rosmarino, menta, ecc.) della cui origine si ha contezza e radicata relazione quando non è autoprodotta.

E comunque la parte migliore di Donna Oleria è rappresentata, senza dubbio alcuno, da Grazia e Francesco che, provenendo da mondi professionali diversissimi, hanno abbandonato le vite precedenti e, come si fa solo per amore immenso, hanno sposato anche la vita agricola oltre che la vita insieme.

Grazie a nome di Vinoway e che questa collaborazione abbia lunga vita.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.