Log in

Annata 2001: Odissea nella Puglia che non ti aspetti

Mentre la vecchiaia ci spaventa, la longevità ci affascina. Non proviamo forse ammirazione per quelle persone che varcano la soglia dei 90 e persino dei 100 anni mantenendo invidiabili integrità mentale, creatività, salute fisica e capacità di vita autonoma?
  • 1

SUD di Tenuta Bastonaca: il Nero d'Avola incontra Grenache e Tannat

Cuore e mente proiettati al futuro, affondando salde radici nella tradizione: è in questa frase che sta racchiusa la filosofia di Tenuta Bastonaca, azienda vitivinicola sita nell’omonima contrada nel ragusano, guidata con passione dalla frizzantissima Silvana Raniolo nonché dal marito Giovanni Calcaterra, dalla lunga esperienza nel campo viticolo.  
  • 0

Cos'è il Sabbie di Sopra il Bosco?

Tra le colline del Casertano, nelle terre del Volturno sul versante che guarda il Monte Taburno, si produce uno dei grandi vini italiani: il Sabbie di Sopra il Bosco di Nanni Copè, un vino che racchiude "una vita, tante vite", come riportato sul fronte dell'etichetta.
  • 0

Vite Matta: l'azienda che mira all'emancipazione lavorativa in Campania

La fine dell’anno, si sa, è tempo di bollicine e in Campania è l’Asprinio a ritornare prepotentemente sulla tavola dei campani e non solo. Accanto ad aziende ormai affermate e protagoniste del mercato mondiale, troviamo anche piccole realtà, alcune delle quali sviluppatesi grazie al riutilizzo dei beni confiscati alle mafie.
  • 0

Ristorante “Agli Amici” - Udine: nulla da invidiare ai più celebrati tristellati

Il 2009 è stato l’anno della svolta. Un radicale intervento di restyling (dal quale è nata, per gemmazione, l’attigua osteria, ideale per gustare i piatti della tradizione friulana, oppure solo per un aperitivo “comecristocomanda”) ha trasformato quello che era un ottimo ristorante di provincia in uno dei luoghi più accoglienti e più raccomandabili dell’intero Stivale, che nulla ha da invidiare ai più celebrati tristellati.
  • 0

Malbolle e Ring Adora di Podere Il Saliceto

Gironzolando tra i banchi d'assaggio di una manifestazione a volte si viene attratti da un'etichetta, altre volte dal nome di un'azienda o da una faccia simpatica. Ma stavolta a colpirmi è stato qualcos'altro.
  • 0

Chiudiamo in bellezza! Assaggi singolari per dare il benvenuto al 2018

Il momento del cambio agenda, per via dell’anno venturo,  è un’occasione propizia per rivedere gli appunti e “riassaggiare” mentalmente i vini, più o meno noti, che ci hanno regalato delle emozioni. Eccone alcuni, senza punteggi o intenzioni  di fare inutili classifiche. L’unico obiettivo è quello di condividere esperienze di degustazione che possano rendere le vostre feste ancora più gioiose. Cosa troverete? Grandi classici, qualche chicca e molto Abruzzo.
  • 0

Paolo Laiolo Reginin: la terza generazione fidata dei Marchesi Scarampi

Piemonte, il vasto catino del Monferrato con la sua dinamica e multiforme espressione territoriale. Avvicinandosi all'obiettivo circoscriviamo l'azienda alla provincia d'Asti.  Percorriamo la vecchia statale che conduce alla nuova docg Nizza Monferrato, svoltando, qualche chilometro prima, per il comune di Vinchio. Abbandoniamo la provinciale vinchiese per dirigerci definitivamente nella frazione Noche, residenza esatta dell'azienda Reginin di Paolo Laiolo.
  • 0

La straordinaria esperienza del Taurasi Perillo

È dall'anno 2003 che ho la fortuna di conoscere la Cantina Perillo. All'epoca Michele Perillo presentava per la prima volta il suo Taurasi annata1999, ad una manifestazione a Taurasi appunto.
  • 0

Cantine Paolo Leo, Rosarose: uno spumante tra tradizione e innovazione

Il Sud della Puglia, il Salento, noto al mondo  tra le mete turistiche di maggior spicco, consigliate  da guide e giornali stranieri autorevoli come New York Times, Huffington Post, Guardian, Lonely Planet e National Geographic, solo per citarne alcuni, risulta tra i luoghi piu piacevoli per trascorrervi le vacanze.
  • 0

Mustilli: dimora e cultura del vino

Sant'Agata dei Goti è un piccolo borgo tra i più belli d'Italia, situato alle falde del Monte Taburno, nella provincia di Benevento. È apprezzata per l'integrità urbanistica/paesaggistica del centro storico, le cui fondamenta poggiano su una roccia tufacea.
  • 0
Sottoscrivi questo feed RSS