Terrazza Cotarella: il rooftop esclusivo sul lungomare di Riccione

Letto 580 Email
Per il secondo anno Famiglia Cotarella è presente a Riccione con uno spazio dedicato al buon vino e al cibo di qualità: Terrazza Cotarella è il nuovo rooftop garden del ristorante Gustavino che si affaccia sul lungomare nel tratto che va da viale Ceccarini al porto canale.

Questo progetto nasce da una bella amicizia tra le famiglie Cotarella, nota azienda vinicola, e Leardini Group, leader nell’ospitalità, e da una visione imprenditoriale comune che le vede sempre alla ricerca di entusiasmanti novità dei loro servizi.

“Conosciamo la Famiglia Leardini da anni - dice Dominga Cotarella - e da sempre ne apprezziamo la professionalità e lo spirito imprenditoriale. Per questo motivo abbiamo deciso di consolidare questa nostra sinergia dando vita al progetto Terrazza Cotarella. Un luogo magico in una città magica, Riccione, che da sempre ci accoglie con entusiasmo regalandoci grandi opportunità”.

La collaborazione ha avuto il suo banco di prova lo scorso anno nella serata di gala per la presentazione del vino Sorè, un rosato voluto dalle Cotarella Sisters’ nato con l’annata 2019, e un’indimenticabile cena curata dallo chef Carlo Cracco che si è trasformata in uno degli eventi più esclusivi dell’estate.

Terrazza Cotarella è stata aperta, con successo, i primi di giugno ma è con la serata esclusiva del 14 luglio che si è inaugurata in grande stile nei meravigliosi spazi en plein air sotto il cielo di Riccione. Un centinaio i selezionatissimi invitati tra cui Martina Colombari, accompagnata dal papà Maurizio, la stilista Elisabetta Franchi con tutto il suo staff, il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e la sindaca di Sant’Arcangelo Alice Parma, la Famiglia Cotarella al gran completo e tanti amici e importanti esponenti delle aziende ed istituzioni italiane e locali.

Gli ospiti sono stati accolti con un aperitivo sulla spiaggia “Le Palme” con i prodotti di Salvatore Cautero, noto charcutier napoletano, che ha proposto fior di latte e acciughe del Cantabrico, sardine alla brace a cipolla viola in agrodolce e soprattutto il suo famoso sandwich “Cauterino” con fior di late, pomodorini sott’olio, finocchiona e acciughe del cantabrico, il tutto innaffiato dal metodo classico “Brut Rosé” Famiglia Cotarella.

La serata si è poi spostata presso la Terrazza Cotarella, un angolo di paradiso vista mare allestito con cura e ed eleganza con fiori e luci soffuse. L’atmosfera e la cornice magica del lungomare romagnolo hanno fatto da contorno a una cena a tre stelle curata da “Chicco” Cerea, executive chef del ristorante Da Vittorio di Brusaporto, che ha cucinato, alcuni piatti simbolo del noto locale lombardo: Spaghetto di tonno con bagnacauda e crumble di pistacchi; Risotto mantecato al pesto con gamberi ed emulsione di pomodoro; Paccheri alla Vittorio cucinati all’onda; Fragole e Champagne; Kermesse di dolci. A completare la cena il pane di Niko Romito, chef del ristorante 3 stelle Michelin Reale di Castel di Sangro, e i vini di famiglia Cotarella in formato Magnum: Sorè 2020, Ferentano 2017, Le Macioche Brunello di Montalcino 2016, Pomele 2020.

L’aperitivo e la cena sono stata gestiti dal quarto corso dei ragazzi di Intrecci, l’accademia di Alta Formazione di Sala creata dalle Cotarella Sisters nel 2017.

Grande successo per una serata sotto le stelle che si è conclusa con spettacolari fuochi d’artificio sulla spiaggia e musica dal vivo, un evento che si è trasformata in una festa dal forte impatto emotivo che vuole essere un segnale di speranza e un ponte per un 2022 di ripartenza.

Comunicato Stampa Famiglia Cotarella

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.