Cimice killer asiatica: colpite 48mila aziende italiane, danni pari a 740 milioni di euro

Letto 443 Email
Dal rapporto Coldiretti su "Clima: la strage provocata dalle specie aliene nelle campagne italiane", emerge che la cimice asiatica ha devastato campi e frutteti di 48mila aziende italiane con un danno pari ai 740 milioni di euro.

Si legge nel rapporto:"La cimice asiatica, che rovina tutto quello che trova nelle zone dove si riproduce, ha colpito pere, mele, pesche e nettarine, kiwi, ciliegio e piccoli frutti, albicocche, susine, nocciole, olive, soia, mais e ortaggi.

Questo insetto alieno favorito dai cambiamenti climatici rappresenta ormai una vera emergenza per il nostro sistema produttivo, è capace di colpire oltre 300 specie coltivate e spontanee e la sua diffusione interessa tutto il territorio nazionale, con danni particolarmente rilevanti nelle aree del Nord Italia, dai 180 milioni del Piemonte agli oltre 160 del Veneto, dai 32 milioni della Lombardia ai 270 dell'Emilia Romagna, dai 40 milioni del Friuli ai 40 del Trentino Alto Adige fino ai 16 milioni della Liguria".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.