Log in

I grandi vini della Campania in passerella a “Ciak Irpinia, la vendemmia va in scena”

Letto 562 Email
I grandi vini della Campania in passerella a “Ciak Irpinia, la vendemmia va in scena”, la rassegna dedicata alla viticoltura irpina promossa e organizzata dal Consorzio di Tutela dei Vini d’Irpinia.

L’appuntamento è per il 19 maggio a Montemiletto, nella suggestiva cornice del Castello della Leonessa. Stampa specializzata, nazionale e internazionale, produttori, tecnici ed esperti si ritroveranno con l’obiettivo di fornire una rappresentazione corale dello stato dell’arte dell’enologia irpina, una gemma territoriale riconosciuta a livello nazionale.

Riflettori puntati sulle produzioni più importanti ed esclusive: Fiano di Avellino DOCG, Greco di Tufo DOCG, Taurasi DOCG e Irpinia Falanghina Doc. Quattro denominazioni storiche italiane i cui vini, a partire dalle 9.30, verranno esaminati alla cieca da una Commissione di esperti. Il focus ha lo scopo di delineare i tratti distintivi delle annate attualmente rilasciabili sul mercato secondo i rispettivi disciplinari di produzione, ed in particolare la 2017 per i bianchi e la 2014 per il nobile rosso irpino.

LA STAMPA NAZIONALE E INTERNAZIONALE
Tante le personalità di spicco presenti al focus, a cui è demandato il compito di interpretare e valutare lo stato della viticoltura irpina attraverso la degustazione tecnica dei campioni. Al momento hanno già confermato la propria partecipazione i giornalisti Maurizio Valeriani (Scatti di Gusto), Paolo Valentini (Intravino), Daniele Moroni (Vino da bere),  Paul Balke (paulbalke.com), Christian Eder (Vinum), Hervè Lalau (Cronique vineuse), Ronald De Groot (Perswijn), Rupert Kaestel (steffenmaus.com) , Maurizio Paolillo (Intravino), Antonella Amodio (DoctorWine),  Jessica Bordoni (Civiltà del bere), Andrea De Palma (andreadepalma.com, vinibuoniditalia) , Eleonora Scholes (spaziovino.com), Pasquale Porcelli (Winesurf), Annacarla Tredici (La Repubblica), Giuseppe Festa (WineBusiness), Antonio Di Spirito (Lavinium), Davide Gangi (Vinoway), Luciano Pignataro (Il Matttino).

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA
Al termine del blind tasting, alle 12.15, si aprirà una sessione di approfondimento che prevede la presentazione dei lavori della Commissione Tecnica Territoriale presieduta dal Prof. Luigi Moio e composta da una rappresentanza di enologi operanti nel territorio irpino. L’analisi tecnica dell’andamento dell’annata agraria sarà il preludio ad un momento di sintesi tra giornalisti, esperti, enologi e produttori, che ha lo scopo di giungere ad una valutazione qualitativa delle vendemmie oggetto di degustazione.  I dati verranno resi pubblici sul sito del Consorzio Tutela Vini D’Irpinia.

Dalle 13.15 alle 15.30 spazio al walkaround tasting, riservato alla stampa accreditata. Accompagneranno i banchi di degustazione dei vini, curati direttamente dai produttori partecipanti, alcune postazioni dedicate al food, a cura dell’associazione Agrichef (per questa fase è necessario accreditarsi inviando richiesta al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Nel pomeriggio, a partire dalle 16.00 e fino alle 21.00, seguirà un walkaround tasting aperto a wine lovers e sommelier. Anche per questa fase di apertura dei banchi d’assaggio dei vini delle aziende partecipanti sarà necessario l’accredito inviando email al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Previste anche due visite guidate, alle 17.30 e alle 18.30, al Castello della Leonessa, con tour nelle sale.  

“Ciak Irpinia”, giunto alla seconda edizione, ha l’obiettivo di fare di anno in anno il punto della situazione della viticoltura irpina, attraverso la degustazione e l’approfondimento tecnico dei vini delle annate correnti. Un appuntamento molto atteso da produttori, esperti, sommelier e wine lovers, accomunati dalla passione per il brand ‘Irpinia’.

L’Irpinia rappresenta la punta di diamante dell’enologia campana e non solo. Un prestigio in progressiva crescita anche sui mercati internazionali. Nel 2017 l’export di vini irpini ha sfiorato i 20 milioni di euro con un incremento di 5.7 milioni, pari a +40 per cento rispetto al 2016. Cresce, in particolare, la presenza in Europa (+44 per cento). Trend oltre il 40 per cento anche in America, ed in particolare negli Stati Uniti.

“Ciak Irpinia – precisa il presidente del Consorzio di Tutela Stefano Di Marzo - è un evento di promozione dei brand territoriali irpini organizzato dai produttori per i produttori. Nasce con l’obiettivo di promuovere le nostre denominazioni in chiave territoriale, non certo per stilare classifiche dei brand aziendali, ma per testimoniare l'unità del comparto: uno sforzo corale per la crescita della filiera vitivinicola”.

AD OGGI, LE AZIENDE ADERENTI A CIAK IRPINIA 2018
Oltre 50 le aziende che hanno aderito all’iniziativa: Annichiarico- Feudo Castelmozzo; Antica Hirpinia; Antico Borgo-Vini Tipici D'irpinia; Az. Agr. Antonio Caggiano; Az. Agr. Eduardo Scuotto; Az. Agr. La Molara; Az. Agr. Molettieri Adelina; Az. Agr. Perillo; Az. Agr. Petilia; Az. Agr. Torricino; Az. Agr. Vigne Irpine; Az. Vitivinicola Contrada Michele; Az. Vitivinicola Giovanni Molettieri; Az. Vitivinicola Salvatore Molettieri; Az. Agr. D'Antiche Terre; Az.Agr. Orneta; Boccella Sergio; Borgodangelo; Calafè; Cantina Dei Monaci; Cantine Di Marzo; Cantine Di Tufo Snc Di La Marca Giovanni &C; Cantine Macchia Santa Maria; Ciro Picariello; Colline Del Sole; Contea De Altavilla; De Vito Daniela -Macchia Dei Briganti; Dodici Ettari Soc. Agr. Vigna Dei Lupi; Feudi Di San Gregorio; Fiorentino Soc.Agr.; Manfredini Rosa; Mastroberardino; Nardone; Nolure Luigi Alfano; Peppe Buio Winery; Quintodecimo; Soc. Agr. Bellaria; Soc. Agr. Colli Di Castelfranci; Soc. Agr. D'aione; Soc. Agr. Donnachiara; Soc. Agr. Vigne Guadagno; Soc. Agr. Colli Di Castelfranci; Soc. Agr. Fiorentino; Tenuta Cavalier Pepe; Tenuta De Lisio; Tenuta Del Meriggio; Tenuta Sarno 1860; Terredora; Villa Matilde; Tenuta Di Altavilla; Feudo di Castelmozzo; Cantine Gerardo Perillo; 3esse Wine-Corte Corvo; Boccella Rosa.
Organizzato con il patrocinio del Comune di Montemiletto, “Ciak Irpinia” è sostenuto da Coldiretti Avellino e Aprol Campania. Tra gli altri sponsor BPER, Enovit,  Belbo Sugheri, Diam, DS Glass. Partnership con Istituto Alberghiero e Agriturismo Campagna Amica.

Cominicato Stampa Consorzio Vini di Irpinia

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.