Log in

Tribunale UE:"la IGP piadina romagnola va prodotta in Romagna"

Letto 464 Email
"La Igp Piadina romagnola, industriale o artigianale, va prodotta in Romagna". E' quanto ha deciso oggi il tribunale Ue in una sentenza, respingendo il ricorso di una azienda italiana. Il caso riguarda il riconoscimento dell'Indicazione geografica protetta e la sua produzione.

Stando ai giudici Ue "il consumatore associa l'immagine della piadina romagnola, a prescindere dalle modalità artigianali o industriali di realizzazione, al territorio della Romagna". La vicenda riguarda l'azienda Crm Srl che aveva chiesto l'annullamento del regolamento di esecuzione Ue n. 1174/2014 della Commissione, del 24 ottobre 2014, recante iscrizione della denominazione piadina romagnola-piada romagnola Igp. L'azienda temeva che riservare l'uso della denominazione "romagnola" alle piadine/piade prodotte nell'area geografica protetta rendeva impossibile l'esercizio della propria attività economica ordinaria, in quanto il proprio stabilimento di produzione si trova al di fuori di questa area. La domanda di registrazione della Igp piadina romagnola è stata proposta alle autorità italiane, nel 2011, da un consorzio per la promozione di tale prodotto.

La pubblicazione ha dato luogo a numerose opposizioni da parte di organizzazioni rappresentative dei produttori artigianali di piadine vendute in chioschi, che hanno contestato l'equiparazione, ai fini della Igp considerata, delle piadine prodotte industrialmente alle piadine di fabbricazione artigianale vendute in chioschi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.