Log in

Il Molise per la prima volta protagonista delle guide de “La Repubblica”

Letto 1266 Email
E’ uscita ieri la guida ai sapori e ai piaceri della regione Molise edita da La Repubblica.
 
Le guide de La Repubblica da sempre rappresentano un punto di riferimento per gli enoturisti di tutt’Italia, guide di semplice consultazione, snelle ma complete, che fotografano i territori nella loro compiutezza.

Per la prima volta, tra questi volumetti di semplice portabilità,  fa capolino il Molise e riesce, subito, a dare un’immagine di sè straordinariamente accattivante.

Una regione a dimensione d’uomo. Dove è sconosciuta la quotidiana corsa frenetica, dove il verde dei Parchi e Riserve naturali, l’azzurro del mare danno al visitatore l’idea di un lento camminare: quello che i latini definivano la cura del corpo e della mente.

Ben 484 le Eccellenze segnalate e rese fruibili, divise per categorie, tanto da riuscire facilmente a trovare per ogni paese Molisano: i Ristoranti, le Botteghe del Gusto, i Caseifici, piuttosto che gli Agriturismi i produttori di vino ed Olio.

Affascinante, poi, la sezione dedicata agli itinerari del gusto con focus sulle eccellenze, non solo gastronomiche. Incontriamo, cosi, ad Agnone il Caciocavallo, la Stracciata, le Campane; a Pescolanciano le ceramiche, a Montefalcone il Caprino, i Coltelli a Frosolone  e, per ogni borgo, gli indirizzi utili dove mangiare o riposare.

Grande spazio è stato, ancora, riservato alle feste della tradizione, per lo più contadine: quella del Grano, il Rito del Cervo, la Faglia, la festa dell’uva, solo per citarne alcune. Non mancano gli scatti sui borghi molisani, piccoli paesi a dimensione d’uomo, dove il sorriso e l’ospitalità discreta degli abitanti del luogo la fanno da protagonista.

Per concludere, le ricette degli chef e i piatti della memoria, questi ultimi affidati al racconto di uomini e donne che hanno fatto della tradizione un tesoro da custodire e tramandare nel tempo.

Alla redazione di questo piccolo gioiello ha contribuito Serena Di Nucci, un’amica di tutti coloro a cui il Molise sta nel cuore e a cuore. “Donna del latte 2016”, attivista Slow food, casara da 11 generazioni, laureata in Scienze Gastronomiche all’Università del Gusto di Pollenzo , follemente innamorata del Molise.



Nessuno meglio di Serena, profonda conoscitrice del territorio, nel senso più stretto del termine, poteva redigere un lavoro così minuzioso, attento, preciso, rispettoso di una terra fatta di tradizioni, di storia, di paesaggi mozzafiato, dove il rispetto per l’ospite è sacro, dove ancora si incontrano per strada persone che, sorridendo, ti augurano il buon giorno.

E’ con questo sorriso schietto ed ospitale che la guida chiama in Molise il viaggiatore attento al gusto e ai saperi, a volte millenari, che accompagnano la storia di questi prodotti e del territorio.

Il Molise dei Sapori e dei Piaceri aspetta il turista e, ne siamo certi, non resterà deluso.  Le eccellenze del Molise ringraziano, invece, Serena di Nucci, per essersi fatta loro portavoce  e saputo fissare la storia degli uomini e dei luoghi che li circondano.

Vi Aspettiamo... in Molise ovviamente!
Ultima modifica ilMercoledì, 19 Luglio 2017 09:03

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.