Merano WineFestival 2020: presentazione digital per il come sarà la29ªedizione

Letto 428 Email
Presentato martedì con una conferenza stampa digitale in diretta Facebook il programma della 29^ edizione di Merano WineFestival, la manifestazione simbolo del panorama wine&food di eccellenza che si terrà nella cittadina altoatesina dal 6 al 10 novembre.
 
Una manifestazione che non si è fermata neppure davanti alle mille difficoltà del momento storico, grazie soprattutto al coraggio e alla determinazione dal suo patron Helmuth Köcher non tradendo il suo tradizionale formate.

Un’edizione, quindi,con produttori e visitatori in presenza ma arricchita da contenuti digitali dedicati a produttori e ospiti, e con un coinvolgimento ancor più sinergico tra i settori dell’enogastronomia e del turismodella città di Merano.


Helmuth ha sottolineato la grande attenzione alle normative anti-Covid in termini di salute e sicurezza, che verranno rispettate grazie ad un’accurata suddivisione degli spazi nel rispetto delle regole di distanziamento, ad un’attenta gestione dei flussi dei visitatori per il tramite di ticket giornalieri che permettono la turnazione in due fasce orarie di visita (la prima dalle 9:00 alle 13:30 e la seconda dalle 14:30 alle 19), alla presenza di un centro medico e un Sanitary Gate all’ingresso per la sanificazione.

Inoltre tutti i produttori e il  personale operante all’evento dovranno presentare un test Covid-19 risultato negativo nei quattro giorni precedenti la propria presenza alla manifestazione così da garantire al pubblico un ambiente sicuro.



Helmuth ha raccontato le novità soprattuttodel cuore della manifestazione, quella Wine – The Official Selection che vedrà la partecipazione di 160 produttori tra nazionali e internazionali nelle giornate del 6 e 7 novembre e altrettanti in quelle del’8 e 9negli spazi del Kurhaus.

Verrà meno il collegamento tra il Kurhaus e la GourmetArena dove Foods Spirits Beer – The Official Selection vedrà la medesima suddivisione dei produttori nelle giornate e una turnazione di 100 produttori per volta.

Cambia anche The WineHunter Area che, oltre alla presenza sul podio del Kursaal esce dagli spazi consueti della manifestazione e si trasferisce nelle lounge degli hotel meranesi; sarà creata anche una lounge digitale che permetta ai visitatori di interagire con i produttori presenti in quest’area. Confermato anche Catwalk Champagne &More il 10 novembre dove le bollicine più famose al mondo non saranno più sole ma torneranno in compagnia di una selezione di spumanti metodo classico italiani ed eleganti composizioni culinarie.

A seguire,Angelo Carrillo ha presentato la 4^ edizione di Naturae et Purae bio&dynamica e WildCooking. La prima è la sezione dedicata alle produzioni sostenibili, ai vini naturali, biologici, biodinamici, orange e PIWI che quest’anno si svolgerà però in cinque giornate (dal venerdì al lunedì all’Hotel Terme Merano, mentre il martedì tornerà nel Kurhaus) con una turnazione dei produttori e due fasce orarie di visita.



Per Wild Cooking il tema centrale sarà “Madre Nostra”con un focus particolare sul lievito madre che coinvolgerà esperti dell’alimentazione naturale e fermentata, discorrendo anche su un antica ricetta della pizza tradizionale napoletana che utilizzava lievito madre, o lievito naturale o pasta acida che dir si voglia, grazie anche alla partecipazione del prof. Marco Gobbetti, uno dei maggiori esperti italiani in microbiologia degli alimenti.



Renzo Gasparelli ha poi presentato Merano WineFestival digital e il progetto di WineHunter Hub la piattaforma digitale in cui operatori e visitatori potranno interagire con i produttori e ricevere tutte le informazioni sui vini e sui prodotti di Food Spirits Beer presenti a Merano WineFestival per tutta la durata dell’evento e oltre l’evento stesso, nonché un e-commerce dedicato; uno strumento che permetterà di amplificare l’esperienza Merano WineFestival in modalità ‘smart’ e per il quale è previsto un pre-opening il 14 ottobre. Altra novità dell’edizione 2020 è il progetto The WineHunter Tour che è stato presentato da Andrea Pilotti di 5-Hats.

Il patron di Merano WineFestival ha annunciato infine un’altra esclusiva novità che riguarda la prestigiosa guida The WineHunter Award 2020: il riconoscimento ufficiale di Merano WineFestival, che premia i vincitori degli Award ROSSO, GOLD e PLATINUM, la TOP 5 del vino di ogni regione e le liste TOP 100 dei vini e TOP 50 di Food Spirits Beer, sarà in questa occasione disponibile per la prima volta informato cartaceo.



Per il programma completo ed ulteriori informazioni visitate il sito ufficiale della manifestazione www.meranowinefestival.com

[Photo Credit: Ufficio Stampa MWF – Smtudio; wildcooking.it]
Ultima modifica ilGiovedì, 01 Ottobre 2020 18:36

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.