Log in

ARONA: LAGO E NON SOLO

Un viaggio nei paesaggi da cartolina sulla sponda Piemontese del Lago Maggiore

 

Vedi Arona e ti viene voglia di scattare foto: in questa “nicchia” di verde e natura non lontana dalla grande Milano il primo impatto è quello di veder scorrere scorci, colori e paesaggi che vorresti catturare con un obiettivo, per “afferrare l’immagine dietro la natura come solo una macchina fotografica sa fare”…(Henry Cartier Bresson). In questa cittadina in provincia di Novara non è la forza energetica di una località di mare a catturarti, in questo caso la prima sensazione è di serenità, quasi commozione: lago, montagne innevate, cigni, anatre e un cielo dai mille colori… Le immagini più belle vale la pena rubarle dall’alto del parco della Rocca Borromea: una costruzione nata a scopo difensivo e feudo per ben quattro secoli della Famiglia Borromeo, fino al 1800 quando fu rasa al suolo dall'esercito Napoleonico: da quel momento della Rocca rimangono solo pochi resti, comprensivi però di bellissimo parco riaperto nel 2011 in cui godere di un panorama mozzafiato sul lago Maggiore. Il Parco è una meta ottima anche per i bambini: non manca la possibilità di giocare nei prati e godere dei giochi all’aperto, di accarezzare le caprette e ammirare anatre e tartarughe e magari, per i più pigri che si perderanno però una bellissima salita tra le palme, fare un giro con il trenino che collega Arona centro con la Rocca ed “il Sancarlone”.


 

…A proposito di Sancarlone: la Rocca di Arona nel 1538 ha ospitato la nascita del futuro arcivescovo di Milano San Carlo Borromeo, ed il colosso Sancarlòn, per dirlo in dialetto locale, ricorda l’illustre Aronese. Realizzata nel 1698 su volere del cugino, il Cardinale Federico Borromeo (noto anche per essere uno dei protagonisti delle vicende narrate da Manzoni nei Promessi sposi), è una statua alta oltre 35 metri costituita da lastre di rame battute a martello e riunite utilizzando chiodi e tiranti in ferro, su disegno di Giovanni Battista Crespi, detto il Cerano. Per avere un’idea della grandiosità dell’opera: le fonti d’ispirazione per il progetto della Statua della Libertà pare siano stati il Colosso di Rodi ed il colosso di San Carlo Borromeo, allora già presente ad Arona da due secoli. La statua è aperta al pubblico, che può salire tramite una scala dapprima a chiocciola e poi a pioli, arrivando all'interno della testa di San Carlo; il panorama sul lago dal naso, dalle orecchie e dagli occhi/finestra del Santo è uno spettacolo unico ed affascinante, che ripaga la faticaccia richiesta dalla salita!



Arona non è quindi solo lago e natura ma anche storia ed arte: ogni anno a fine estate ospita la rassegna di teatro e parola sul Lago Maggiore organizzata dall’associazione Festival delle due Rocche, con Direttore Artistico l’illustre scrittrice Dacia Maraini e grandi ospiti tra cui Dario Fo, nato proprio sulle sponde del Lago Maggiore. La rappresentazione teatrale sull’acqua è unica nel suo genere: il lago come un grande palcoscenico, con gli attori che veleggiavano su barche, la luna, le stelle e la Rocca di Angera a fare da coreografia naturale e suggestiva.


Arona è anche gusto e tradizione enogastronomica: da “buon salotto piemontese” non mancano graziosi locali in cui degustare i prodotti tipici del territorio. Tra questi, i salumi della vicina Valdossola: valle che dalla terra dei laghi Maggiore, Orta e Mergozzo s’inerpica fino ad alte vette alpine ed alla vicina Svizzera. Accompagnatela al pane della stessa valle, il pane nero di Coimo: una prova che gusto e salutismo possono andare d’accordo! A questa merenda non può mancare sia una degustazione di formaggi proposta dagli affinatori di formaggi “storici” in Arona, sia un buon calice di vino, naturalmente rosso: tra Ghemme Docg, Nebbiolo Doc o Vespolina Doc c’è l’imbarazzo della scelta, …..E non preoccupatevi di mangiare troppo: il lungolago di Arona pensa anche a togliervi i sensi di colpa grazie alle bici-panchine…e fitness sia!!


Foto di Marco Fazio; Foto Club Arona (www.fotoclubarona.it) e Marco Ferrari

Si ringrazia la Pro Loco di Arona per la gentile collaborazione

Link utili:

Comune di Arona: www.comune.arona.no.it

Pro Loco di Arona: www.prolocoarona.it

Associazione FESTIVAL delle 2 ROCCHE: www.teatrosullacqua.it

Ultima modifica ilVenerdì, 07 Agosto 2015 07:16

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.