Log in

Franciacorta: il Palazzo Lana Extrême Riserva 2006 di Berlucchi

Palazzo Lana Extrême berlucchi.it Palazzo Lana Extrême
La vita è fatta d’incontri che a volte possono cambiartela, proprio come avvenne nel 1961, tra Franco Ziliani, allora trentenne, e Guido Berlucchi, discendente dei nobili Lana de’Terzi. Guido produceva, con il Pinot della propria vigna, un vino bianco poco stabile in bottiglia, così, fu l’amico Alessandro Borghesi a consigliargli di incontrare il giovane enologo Franco Ziliani per poter migliorare la produzione dei propri vini. Da quel giorno è nata una storia, è nata un’azienda ed è nato il primo metodo classico prodotto in Franciacorta.

Franco Ziliani intravide nella persona di Guido Berlucchi la figura ideale per poter realizzare il proprio sogno: creare uno spumante metodo classico in Franciacorta. È dall’inizio di questa avventura che si percepì l’enorme potenziale presente in quella terra. Il suolo morenico della Franciacorta, l’azione mitigatrice del lago d’Iseo e le correnti fresche provenienti dalla Valle Camonica sono le condizioni ideali per la massima espressione delle vigne. La vocazione umana, unita alla passione ed alla dedizione per questo lavoro, ha permesso la nascita di un fenomeno enologico tutto italiano.

Nel 1961 Franco Ziliani creò le prime tremila bottiglie di “Pinot di Franciacorta” e fu subito un gran successo, che lo accompagnò anche nelle vendemmie seguenti. Oggi il “pioniere della Franciacorta”, dall’alto dei suoi ottant’anni,  ha lasciato alla guida dell’azienda i suoi tre figli, Cristina , Arturo e Paolo. La nuova generazione ha continuato  a percorrere la stessa strada, intrapresa cinquant’anni prima dal papà, con la passione per questa terra e con la volontà di continuare a credere nell’eccellenza di un prodotto italiano.

La storica dimora di Palazzo Lana, luogo dove avvenne il primo incontro tra Ziliani e Berlucchi, continua a infondere la sua opera ispiratrice nei figli di Franco, che hanno deciso di omaggiare i fondatori con una linea chiamata appunto Palazzo Lana, Franciacorta Millesimati creati nelle annate d’eccellenza con il fiore del mosto.

Oggetto della nostra degustazione è il Palazzo Lana Extrême Riserva 2006, uno spumante metodo classico che è l’emblema della Franciacorta. Ѐ un Pinot Nero in purezza proveniente dai vigneti di proprietà ad alta densità localizzati a Borgonato, nel bresciano. Il “cuore” del mosto fiore, ottenuto dalla spremitura soffice e progressiva, svolge la fermentazione alcolica in vasche d’acciaio; al termine, alcune partite sono trasferite in barrique di rovere, dove affinano per sei mesi a contatto con i lieviti. La preparazione della cuvée avviene nella primavera successiva alla vendemmia, solo con il 100% di vini dell’annata, scelti tra le migliori selezioni. Ѐ posto in bottiglia con sciroppo di tiraggio a 24 g/l di zuccheri e lieviti selezionati. La fase fondamentale dell’affinamento si protrae per almeno 60 mesi, seguito da altri sei mesi dopo la sboccatura.

Nel bicchiere il Palazzo Lana Extrême rende visibile la propria eleganza, lo testimonia il perlage fine e allo stesso tempo molto persistente, il colore è il tipico giallo paglierino che riflette sul cristallo una nuance ramata. Al naso la mente inizia a spaziare tra i tanti sentori percepiti, questo spumante si presenta con una verve e un dinamismo inarrestabile. La nota minerale spicca sulle altre, irrompendo con eleganza, senza contrastare con il profumo della frutta: ribes e fragoline selvatiche insieme alle note di pesca gialla e frutti esotici, ananas in testa. Il floreale apre su un bouquet fresco e maturo dal biancospino al gelsomino. I tipici sentori di crosta di pane e di pasticceria lo rendono ben riconoscibile. Al gusto colpisce per la sua effervescenza, quasi tridimensionale, che già al primo sorso impone la propria presenza. La freschezza abbraccia la sapidità in un equilibrio eccezionale, la struttura del Pinot Nero è facilmente identificabile. Dopo il primo sorso la persistenza regala un lungo finale.

Il Palazzo Lana Extrême è il compagno ideale per tutto il pasto, poi, se i piatti sono a base di crostacei l’unione è perfetta. Ideale per accompagnare dei freschissimi carpacci di pesce crudo, dal branzino alla ricciola, impreziositi con cubetti di verdure colorate e un goccio di olio extra vergine d’oliva.

Le bottiglie di Palazzo Lana si trovano in enoteche scelte personalmente dall’azienda a un costo che si aggira intorno ai 35 euro. Questo prodotto completamente made in Italy rende orgogliosi di tifare per la nostra Italia, terra ricca di tradizioni e animata dalla passione per l’eccellenza.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.