Log in

E' Primavera! 10 motivi per fermare l’uso del diserbante

...e tornare al Profumo dell'erba tagliata.
1) Non è biodegradabile (Monsanto è stata condannata per pubblicità menzognera in Francia);

2) Inquina le sorgenti e le acque di falda (ritrovato nel bacino del Falchereto fonte USL, ARPAT)  e nelle acque di superficie, fonte ISPRA - AGRISOLE);

3) E’ direttamente irritante e nocivo per l'uomo (agli occhi e alle vie respiratorie) e gli animali domestici (vomito, bava alla bocca, perdita di pelo, diarrea, convulsioni);

4) Distrugge la fotosintesi di vaste aree mondiali, nel periodo di massima fissazione della CO2 (tra le principali cause dell'effetto serra);

5) Provoca aborto e malformazioni genetiche, sterilità anche a dosi molto inferiori ai limiti di legge;

6) Provoca alterazione della mitosi cellulare che può essere collegata al tumore nell’uomo (una ricerca svedese lo correla al Linfoma non hodgk);

7) Uccide gli anfibi (rane, rospi, rettili, gechi….) e i lombrichi utili alla fertilità della terra;

8) Danneggia la flora selvatica e la Biodiversità collegata, Api e insetti utili in particolare, compromettendo vaste fonti alimentari anche per gli esseri umani (Erbe spontanee e medicinali);

9) Distrugge l’humus dei terreni, compromettendone la fertilità e provocando frane, dilavamento, erosione e allagamenti;

10)In Argentina è vietato a 800 metri dalle abitazioni.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.