Log in

Champagne Lenoble Brut Nature il "Classique"

Ho visitato per la prima volta la maison AR Lenoble nel 2013, in occasione della settimana organizzata dal CIVC come premio per i vincitori del titolo di Ambassadeur.

In quell'occasione ad accoglierci furono gli attuali proprietari, i fratelli Anne ed Antoine Malassagne, rappresentanti della quarta generazione della famiglia: è infatti dal 1920 che venne avviata la produzione di Champagne, grazie al suo fondatore Armand-Raphael Graser ("AR" che compone il nome della maison sono proprio le sue iniziali).

La sede di Lenoble è a Damery, nel cuore della Vallée de La Marne: i vigneti si estendono per 18 ettari, e la produzione ammonta a circa 400.000 bottiglie.

Nel 2008 è avvenuta una grande ristrutturazione, che ha mantenuto le grandi presse di legno di circa 40 anni, e la vinificazione non solo ha continuato ad essere parcellare, ma accanto all'uso delle barriques borgognone per l'affinamento di alcuni vini di certe annate si è affiancato un grande tonneau da 5.000 litri utilizzato per l'affinamento dei vins de reserve.

E' facile dunque comprendere come il metodo di lavoro dei fratelli Malassagne sia improntato ad un sistema di estrema sensibilità -più che una parcellizzazione, una customizzazione- in quello che è l'approccio verso particolari annate e plots.

A ciò si aggiunge una considerazione altissima nei confronti di quello che è l'ambiente, che ha fatto sì che Lenoble venisse insignito della certificazione "High Environmental Value", seconda maison a riceverlo dopo Bollinger.

L'etichetta di oggi appartiene alla linea di quella che la cantina chiama “Classique".

 CHAMPAGNE LENOBLE CUVEE INTENSE BRUT NATURE DOSAGE ZERO NV
 
L'uvaggio è un classicheggiante 40% di Chardonnay, 30% di Meunieur ed un 30% di Pinot Noir, con sosta sui lieviti per almeno 4 anni ed un residuo zuccherino di 1 g/l derivante non da dosaggio, ma dalla fermentazione. Colore paglierino chiaro, i profumi sono caratterizzati da una allure preziosamente delicata, con presenza di scorza di cedro, pesca e lampone. Il sorso evidenzia una texture all'insegna di una decisa freschezza e sobria mineralità, confermando una griffe di assoluta precisione. Da provare con coda di rospo al cartoccio.

(Prezzo medio in enoteca euro 37,00)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.