Log in

Ristorazione: “tra alimentazione, spettacolo edibile e marketting”

Di rado ormai mi trovo a scrivere di food, l’ho fatto per molti anni prima che in tanti si tuffassero nell'orgia collettiva, ma ho ripreso carta e penna per ribadire un paradigma al quale resto fedele. Magari qualcuno mi dirà che sono arcaico e "mulo", ma chi nasce rotondo non può morire quadrato.
  • Pubblicato in fatti

Il Pi-greco Day e la birra

Questa è la storia di un compleanno e di tre cifre, 1, 3, 4. E di tre birre. Per le cifre va ricordato che, nella notazione anglosassone delle date, il mese va posto prima del giorno e dunque quello che per il continente è il 14 marzo, nell'isola diventa 3.14.
  • Pubblicato in Birra

Whiskey irlandese e screaming orgasm

Jameson. Una bottiglia a metà. Whiskey irlandese, una buona marca ma capita di disamorarsi così come ci si innamora. Ed è così che ti resta la mezza bottiglia abbandonata. Triste. Non riesce più ad essere attraente ma è sempre un buon prodotto. In fondo ci si è fatta un po' di compagnia, non c'è più la passione ma la stima è rimasta e anche un po' di affetto.

Prepariamo il Sazerac

"Pronto Prof."
"Dimmi"
"Che ne pensi se facciamo un corso per barman?"
"Dipende, a me 'sta storia che tutto diventa tecnica e spettacolo un po' mi ha stufato. Ho nostalgia del signor Antonino che mi guardava e indovinava di cosa avevo voglia quando, seduto ad un tavolino piccolo, scrivevo appunti sulla moleskina con la matita ...".

Speyside: uno scrigno prezioso

Fa freddo, molto freddo. La nostra terra, in questo scorcio iniziale del 2017, è stata investita da un'ondata siberiana. Neve e ghiaccio. Da chiudere le scuole. E da aprire le bottiglie conservate. Lo stazionamento domestico obbligato obbliga. Alla riflessione e all'autocritica.
Sottoscrivi questo feed RSS