Log in

Domaine Louis de Grenelle e il suo piccolo mondo segreto

A vederla da fuori Saumur sembra una normalissima cittadina affacciata sulle rive della Loira;
il castello dall’alto, circondato da un esiguo numero di viti, ricorda che ci troviamo in piena zona vinicola; la calma e la quiete delle persone sono ben lontane da quelle che viviamo quotidianamente nelle grandi città, eppure questo minuto paese cela un inimmaginabile segreto: centinaia di chilometri di gallerie sotterranee.

Il Domaine Louis de Grenelle, situato a soli cinque minuti dal centro, possiede tre chilometri di questi passaggi sotterranei dedicati all’affinamento delle bottiglie.
Un piccolo mondo segreto, dove le vie illuminate da lampioni, richiedono una targa che ne indichi il nome, altrimenti il rischio di perdersi è elevato. Uno scrigno contenente quattro milioni di bottiglie, che giacciono qui dai 18 ai 24 mesi per donare ai cittadini Francesi esclusivamente Cremant de Loire o Saumur con rifermentazione in bottiglia.

De Grenelle si colloca in un mercato di grande scala, mantenendo tuttavia uno standard qualitativo medio-alto, con un consumo prevalentemente interno alla nazione e un export limitato al  20% verso Inghilterra, Germania e paesi del nord Europa.

I vigneti dell’azienda sono collocati in piena denominazione, a una quindicina di chilometri dal centro abitato di Saumur. Le uve, dopo la vendemmia, sono trasportate presso la cantina, dove subiscono vinificazione in dieci vasche di cemento per circa tre giorni. Cabernet Franc, Chardonnay e Chenin Blanc occupano una superficie vitata di quaranta ettari ,oggi curati sotto la supervisione di Françoise FLAO.

Ogni anno si lavora come una continua macchina di produzione, tante bottiglie entrano in cantina, tante ne escono per le vendite, evitando così di dover espandere i già ampi bui sentieri di affinamento.

Come si traduce nelle bottiglie il loro lavoro?

Davvero interessante è il Crémant de Loire - Cuvée Platine; Cabernet Franc vinificato in bianco, Chardonnay e Chenin Blanc, dopo la vendemmia a mano rifermentano in bottiglia e giacciono sui lieviti per due anni. Il risultato porta a un colore paglierino con riflessi verdi, incorniciati in una spuma persistente e fitta. Il naso comunica sentori giovani come pera, mela e tiglio. L’agrume rinfresca la bocca con la sua acidità, addolcita da leggere e non invadenti note di pasticceria.

Il rosato sfodera la sua qualità con il Saumur Rosé - Cuvée Corail. Il Cabernet Franc rimane in bottiglia per un anno. Il dosage sec attacca il palato che deve districarsi tra morbida spuma e note acide. Il naso è semplice e accattivante orientato su frutti rossi delicati come fragole e fiori di violetta.  Buona la persistenza e il ritorno retro-olfattivo che prolungano la piacevolezza del bicchiere.

Infine non si può non provare il loro Vin Rouge Mousseux de Qualité – Cuvée Acajou. Vinificazione in rosso per il Cabernet Franc che affina in bottiglia per un anno. Il colore è simile a quello di una prugna, naso diretto e affabile: mirtillo, amarene, lamponi. Il residuo zuccherino di questo demi-sec rende il sorso piacevole, la spuma poi fa tutto il resto con la partecipazione dei ritorni fruttati.

Ogni giorno è possibile visitare le cantine di Louis de Grenelle, accedere alle degustazioni e comprare direttamente i vini a prezzo di produzione.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.