Log in

L'ANTICO PALMENTO: AUTENTICA ESPRESSIONE DEL PRIMITIVO

I sogni a volte diventano realtà. Non poteva avere soluzione migliore la storia di Bruno Garofano e dei suoi tre figli: Mariangela, Paolo e Gabriele, che insieme hanno realizzato la propria azienda vitivinicola, L’Antico Palmento.

Siamo a Manduria, in provincia di Taranto, nel cuore del Salento, in quella terra che sa regalare frutti strepitosi, ma allo stesso tempo bisognosa di cure. In questo territorio la natura gioca un ruolo fondamentale nell’allevamento delle vigne, i venti provenienti dal vicinissimo Mar Ionio accarezzano l’uva, il sole riscalda e coccola la vite, la mano del vignaiolo esperto traduce in eccellenza quello che la natura gli ha offerto.

Bruno Garofano ha lavorato una vita in vigna e in cantina, per la precisione quarant’anni, divisi tra collaborazioni e consulenze con tante aziende vitivinicole, spesso decretandone il successo. Poi nel 2008 la volontà di concretizzare quel sogno custodito per troppo tempo in un cassetto, la voglia di realizzare un’azienda agricola capace di produrre vini di qualità legati al territorio.

Tutto è iniziato dall’acquisto di un antico Palmento, luogo dove in passato avveniva la pigiatura dell’uva per produrre il mosto da riporre in grandi vasche. Questa struttura ha subìto un’attenta ristrutturazione, testimonianza di un’archeologia industriale.

Alcune cisterne interrate sono state messe in comunicazione una con l’altra per ricavarne la zona di affinamento e confezionamento del vino; altre vasche sono state vetrificate e riconsegnate alla vinificazione. I figli di Bruno sono insieme al papà i protagonisti di questo progetto: Mariangela è dell’Antico Palmento l’amministratrice, i due maschi Paolo e Gabriele si occupano della parte commerciale.

Attualmente sono due gli ettari di proprietà dell’azienda, dai quali, ricavano due differenti tipologie di prodotti: Acini Spargoli è il Primitivo di Manduria Doc 2011, un vino ampio ed elegante, che impone al palato la sua ottima struttura.
La Dolce Vite, Primitivo di Manduria Doc Dolce Naturale 2009, piacevole al sorso, nonostante la grande concentrazione e la ricchezza del frutto dovuto all’appassimento degli acini sulla pianta.

La degustazione di Acini Spargoli riesce ad ammaliare vista, olfatto e gusto grazie agli straripanti profumi e all’accattivante colore, prolungando all’infinito tutte le sue nuance.
Il colore è un rosso rubino compatto. Al naso regala sensazioni di frutta matura: amarena e visciole, si apre su toni speziati che rievocano il pepe nero e la liquirizia. Irrompono profumi di tostatura e cioccolato fondente.

Il primo sorso strabilia per l’eleganza dei suoi tannini, presenti, ma mai invadenti. Al palato ritornano tutti i sentori precedentemente individuati, donando un finale quasi eterno.
Questo vino è perfetto in abbinamento con un piatto tipico della domenica al Sud: ragù di carne mista succulento e unico.

Ultima modifica ilMercoledì, 04 Marzo 2015 09:09

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.