Log in

"Habemus Papam"

“Annuntio vobis gaudium magnum:Habemus Papam” con questa formula antichissima il cardinale diacono annuncia al popolo l’elezione del nuovo Papa, dalla loggia della Basilica di San Pietro in Vaticano; dopo questo annuncio seguirà la presentazione del nuovo Pontefice.

Con uno spirito dissacrante è con mia grande gioia che annuncio la nascita nel Lazio di un grande vino:Habemus.

Chiedendo il perdono dei benpensanti per l’uso di queste parole, voglio parlare di un vino semplicemente molto ben fatto, che avendo questo titolo in etichetta “HABEMUS”, mi ha indotto a continuare la frase con la formula di rito.

Ho chiesto al produttore perché mai la scelta di affibbiare questo nome particolare, e cosa significasse per lui. La risposta di  Emanuele Pangrazi è stata:” vuol dire ABBIAMO, cioè lo abbiamo tutti, è un vino di tutti. Nessun richiamo quindi al mondo cattolico e alle sue formule, sebbene il giovane Pangrazi mi dica che ama molto la famiglia, i figli ( sono quattro, di cui l’ultimo di pochi mesi) cosa che me lo fa assomigliare ad un membro di quei movimenti religiosi come i “Focolarini”, ma vengo smentita prontamente, si dichiara non cattolico.

Ha molta voglia di fare, uno spirito positivo, che è l’anima di chi vuole fare impresa, e sembra riuscirci bene. Così come il suo sogno è stato di voler produrre un vino, fatto a regola d’arte, non per fare business, ma prima di tutto per creare qualcosa per se e per i suoi figli, qualcosa che esprima la bellezza del  luogo dove è ubicata la vigna, che racconti una storia di passione per il lavoro dei campi e l’amore per la terra.

Siamo nella vallata del Mignone, non troppo lontano dal mare, un territorio selvaggio laziale (Tuscia viterbese) che ha molti punti in comune con la Maremma Toscana. La vigna sorge su terreni che sono stati abbandonati per decenni; un terreno non di origine vulcanica ma costituito da argille e pietre che lo possono avvicinare a quello che si trova nella Valle del Rodano. La vicinanza del mare, rende il clima secco e non favorisce la proliferazione di funghi e di malattie alla vite;l’azienda è biodinamica e grazie a ciò fino ad ora ha prodotto sempre uve sane anche e soprattutto grazie alla vicinanza del mare, che come una benedizione, attraverso i venti apporta una salinità attiva nel vino. Niente approccio chimico quindi, in cantina si utilizza energia geotermica.

I vitigni sono Grenache, Syrah, Carignano, i vigneti con impianto ad alberello hanno 5 anni e si trovano a trecento, quattrocento metri sul livello del mare; la resa per ettaro è di 25 quintali e la raccolta è manuale, in cassette separate per ogni vitigno. La pigiatura e la diraspatura avvengono entro un’ora dalla raccolta; poi la fermentazione 15 giorni in acciaio, poi  venti mesi in fusti  nuovi, dove i singoli vitigni si affinano separatamente ,e sei mesi in bottiglia .Le bottiglie prodotte nel 2010 sono state 5.000

Questo è quindi il primo debutto, così composto: 40% Grenache, 40% Syrah e 20% Carignano.

Il Grenache ( che sarebbe il Cannonau) dà il profumo ( fragola, rosa), il Syrah dona corpo, consistenza e polpa al vino,il Carignano regala colore e l’acidità che permette al vino l’invecchiamento.

Questo blend dal respiro internazionale, ma al tempo stesso mediterraneo, perché composto da vitigni che si coltivano in questo bacino, non è certamente il tipico vino del Lazio.

Habemus è un vino biologico dai sentori floreali e fruttati, di rosa e fragola, insieme ad u respiro balsamico di macchia mediterranea, salvia, rosmarino, elicriso,  una leggera nota pungente di spezie donata dal legno; fa 20 mesi di barrique ( di primo passaggio) e sei mesi di affinamento in bottiglia. In bocca è fresco, minerale, con spalla acida ed alcol in buon equilibrio, che riportano i sentori di frutti rossi in evidenza, il tannino è arrotondato. Ha ancora del tempo per evolvere.
“ Voglio essere profeta a Roma”conclude dicendo Pangrazi “ se vuoi stupire qualcuno proponendo questo vino del Lazio, sicuramente ne rimarrai positivamente sorpreso”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.