Log in

Viaggio nella Strada del Sagrantino

Si è svolta lo scorso mese di Settembre nella suggestiva cornice di Montefalco la manifestazione ENOLOGICA 33, organizzata con la collaborazione dell’Associazione Strada del Sagrantino, con lo scopo di far degustare e conoscere questo nobile Vino d’Umbria, fiore all’occhiello dei grandi Rossi italiani.

A questo evento sono stati inviati molti giornalisti del settore enoico, wine bloggers e altri importanti “Comunicatori” del Vino, al fine di far incontrare a un pubblico sempre più vasto il prezioso patrimonio ampelografico di questo suggestivo angolo d’Umbria.

Il Portale Vinoway è stato invitato a ENOLOGICA 33
e con piacere ha partecipato con grande interesse a questo costruttivo momento d’incontro degustativo, con la possibilità di un confronto diretto anche con diversi Produttori della zona, con i quali ci sono stati positivi scambi di idee e pensieri.

L’Associazione Strada del Sagrantino ha intrapreso un importante percorso volto alla massima valorizzazione del concetto di “Comunicazione”, in tutti i suoi aspetti specifici, partendo da un’attiva partecipazione nel web, utilizzando Social Network, Portali e Siti del settore per diffondere le news sulle loro attività, proseguendo poi con la “Comunicazione” sul campo legata all’organizzazione di eventi in grado di trasmettere il concetto di Territorio, portando i Produttori a diretto confronto col vasto mondo di addetti ai lavori e appassionati.

Lo scorso 27 Luglio l’Associazione Strada del Sagrantino ha rinnovato le sue cariche amministrative, confermando come Presidente il Dottor Guido Guardigli (titolare della Cantina Perticaia) e affiancando a lui la giovane dinamica Dottoressa Giusy Moretti (esponente della Cantina Moretti Omero), aggiungendo così l’esperienza  di una Donna del Vino, cresciuta e legata fortemente a questo Territorio.

Altra iniziativa spesso organizzata da questa Associazione è quella relativa a passeggiate in vigna con relative degustazioni in cantina, svolte nelle giornate domenicali per agevolare la partecipazione degli appassionati, manifestazioni che vedono impegnati alcuni dei Produttori associati che vogliono sempre più stringere un rapporto diretto fra la loro realtà e la passione di chi ama il mondo enoico.

Le degustazioni sono state effettuate presso il Chiostro di S. Agostino a Montefalco, guidate dall’AIS Umbria sotto la direzione del Presidente Sandro Camilli.

Ho avuto occasione di visitare alcune aziende tra le quali Omero Moretti, Arnaldo Caprai, Colle del Saraceno, Tabarrini e questi sono i Vini che vorrei segnalarvi:


Sagrantino di Montefalco Docg “Vignalunga” 2006 Moretti Omero (Giano dell'Umbria - Perugia), agricoltura biologica, 100% Sagrantino, affinamento di 24 mesi in tonneaux di rovere, 15% di alcol. Rosso rubino impenetrabile arricchito da tenui riflessi granati, di grande consistenza. Al naso i profumi sono molto intensi e piacevolmente complessi: aromi di confettura, ciliegia sotto spirito, prugna, sentori dolcemente speziati con un tocco di vaniglia, per finire con note eteree e di smalto. In bocca dimostra grande potenza, l'attacco è intenso, caldo, con una gradevole morbidezza glicerica, poi giunge la carica dei tannini a porre la firma del Sagrantino. Grande estrazione di frutto, con l'acidità che lavora bene nelle retrovie per favorire l'equilibrio, lunga persistenza con decisi e gradevoli richiami delle sensazioni olfattive.

Sagrantino di Montefalco Docg 25 Anni  A.Caprai 2008 ( Montefalco-PG Località Torre )

Incantevole rosso rubino. Al naso si presenta con evidenti sentori speziati, china, tabacco, liquirizia, ginepro e note di cuoio. In bocca la tannicità è evidente ma ben compensata dal supporto dell’acidità, lasciando un ottima percezione del frutto. Eccellente la struttura e la soddisfazione gustativa.

Gran bella sorpresa è stato il Vino Sagrantino di Montefalco  Docg 2008 della Tenuta Bellafonte di Bevagna da agricoltura biologica che ho avuto modo di assaggiare ai banchi ben organizzati dai Sommelier AIS Umbria. E’ il primo anno che imbottiglia e già si fa notare. Il bicchiere si illumina di uno splendido rosso rubino. Le note olfattive sono “pulite” ed eleganti, ricordano piacevoli sensazioni balsamiche, caffè tostato, more. In bocca conferma l’eleganza, pur avendo un tannino che si fa notare ma mai invadente, combinato con un ottimo supporto glicerico.

Pochissime bottiglie prodotte non più di 3900, fortunato chi avrà la possibilità di degustarlo.

Fuori “Strada”  ho avuto modo di conoscere l’Azienda  Agraria Colle del Saraceno di Francesco Botti di Montefalco ( PG ) Località Pietrauta, dove ho potuto apprezzare il loro Montefalco  Sagrantino Passito Vendemmia 2007.

Il colore è rosso granato, alla mescita il vino scende lento il che ci fa già pensare alla sua importante consistenza. I profumi che sprigiona sono suadenti ed inebrianti, affascinano le note di amarena, spezie, eucalipto e cioccolato fondente. Al palato è splendido, irresistibile, vellutato. Equilibrio impeccabile. Eccellente.

Concludo il mio viaggio da Giampaolo Tabarrini titolare dell’Azienda Agricola Tabarrini sita in Montefalco (PG) Località Turrita, ma di questo vi  parlerò in un mio prossimo articolo.

Ultima modifica ilLunedì, 19 Novembre 2012 10:19

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.