Log in

Workshop, credito e agricoltura: nuove opportunità per le imprese

Il Workshop “Credito e agricoltura: nuove opportunità per le imprese”, promosso dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, si terrà presso Unioncamere, piazza Sallustio, 21 Roma il 28 febbraio.

Il 2012 sarà un anno complesso, ma anche di grandi cambiamenti, per l’economia italiana ed europea ed il comparto agroalimentare è chiamato ad affrontare sfide rilevanti. Le imprese, le istituzioni e l’intera comunità finanziaria dovranno agire in una più stretta sinergia per creare le basi di uno sviluppo solido e duraturo. E le banche, in particolare, saranno chiamate a svolgere un ruolo cruciale nell’Eurozona - area in cui la ripresa avverrà in modo molto graduale – assicurando le risorse per il rilancio dell’economia reale.

L’accesso al credito si pone pertanto come un tema di grande rilievo ed assume massima priorità nell’ambito del settore agricolo e alimentare.

Per contrastare queste tendenze il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, con il supporto tecnico dell’Ismea, l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare, sta dando un forte impulso allo sviluppo e alla diffusione di nuovi strumenti e di nuove forme di garanzia in agricoltura.
Si tratta di un ampio ventaglio di strumenti finanziari destinati alle imprese agricole italiane, progettati e implementati - grazie anche a una costante collaborazione con l’Abi - allo scopo di migliorare la gestione delle aziende e di favorire, con prodotti innovativi, un più stretto e funzionale rapporto tra il sistema bancario e le imprese del settore.

Le principali novità sono rappresentate dalla costituzione del Fondo credito, istituito con decreto legge 24 gennaio 2012 n. 1, meglio noto come decreto liberalizzazioni, che prevede nella gestione il coinvolgimento delle Regioni attraverso i PSR. Altra importante novità è rappresentata dall’estensione delle garanzie Ismea ai finanziamenti di breve termine, anche a fronte di transazioni commerciali, introdotta con decreto Mipaaf n. 2595 del 22 marzo 2011.

A questi strumenti si affiancano i nuovi servizi finanziari implementati da Bmti (borsa merci telematica italiana). Tra questi, in particolare, l’anticipo pro delle fatture derivanti dai contratti telematici, sui quali si può attivare anche la garanzia del credito per proteggersi dal rischio di insolvenza e per migliorare le condizioni applicate dalle banche.

Tra gli interventi del workshop: Il ruolo Ismea nei rapporti tra banche e imprese, Arturo Semerari - presidente Ismea; Psr e strumenti per l’accesso al credito, Dario Stefàno - Coordinatore degli assessori regionali all’agricoltura e Garanzie Ismea, Fondo credito e Fondo di capitale di rischio, Egidio Sardo - direttore 
Generale Ismea e Giorgio Venceslai - dirigente Ismea.

Fonte: aiol.it
Ultima modifica ilLunedì, 27 Febbraio 2012 15:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.