Log in

Xylella: via libera da Bruxelles per reimpianto ulivi in zone infette

Il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, in una nota, ha annunciato che è stato approvato, dal Comitato Fitosanitario Permanente di Bruxelles, il testo di modifica delle misure europee di emergenza per la gestione delle aree contaminate dalla Xylella fastidiosa.

Le nuove disposizioni prevedono:

- la possibilità di reimpianto delle specie ospiti nella zona infetta (ad esclusione degli ultimi 20 km più a nord);
- la possibilità di non abbattere le piante monumentali risultate non contaminate che si trovano nei 100 metri da una pianta infetta, a patto che venga protetta dal vettore e ispezionata periodicamente;
- la libera movimentazione dalla zona demarcata delle tre varietà di vite risultate non suscettibili (Primitivo, Negramaro, e Cabernet Souvignon).

Il Ministro Martina ha così annunciato:"Si tratta di un risultato importante ottenuto grazie al costante lavoro diplomatico fatto in queste settimane a Bruxelles. Ora dobbiamo ripartire, guardando al futuro dell'olivicoltura e dell'agricoltura salentina. Bene anche le misure di protezione rispetto alle importazioni dall'estero che danno più garanzie di sicurezza".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.