Log in

Sauvignon alterato con esaltatori di aromi: 41 patteggiamenti tra aziende e persone fisiche

L'inchiesta della Procura di Udine, sul presunto caso di alterazione del Sauvignon con esaltatori di aromi del vino bianco, si è conclusa ieri sera con 41 patteggiamenti, tra cui 31 persone fisiche e 10 aziende.

L'inchiesta era stata avviata nel settembre del 2015 con una serie di perquisizioni eseguite dai Carabinieri del Nas di Udine in una serie di aziende agricole che avrebbero usato l'esaltatore per produrre il vino.

L'enologo che aveva inventato l'esalatore di aromi e 30 produttori hanno scelto la via del patteggiamento e quindi verseranno una somma che varia tra i 3.000 e i 10.000 euro.

Le 10 aziende coinvolte hanno subìto sanzioni pecuniarie.

Un solo produttore ha scelto di non seguire la via del patteggiamento, pertanto affronterà il processo.

La scelta dei patteggiamenti, per la Procura di Udine, "conferma la solidità dell'impianto accusatorio".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.