Log in

Consorzio dell'Asti Docg: 9 aziende al 51° Vinitaly

Nove le aziende agricole produttrici di Moscato che saranno presenti all’interno dello spazio istituzionale dello Stand D3, nel Padiglione Piemonte (Pad. 10) assieme a oltre 200 aziende vitivinicole della Regione Piemonte.

Quest’anno il Consorzio per la tutela dell’Asti Docg presenzierà alla 51a edizione di Vinitaly che riunirà a Verona, dal 9 al 12 aprile, oltre 4.100 espositori. All’interno del Padiglione Piemonte (Pad. 10, stand D3) sarà allestito un desk istituzionale dove sarà possibile degustare Asti e Moscato d’Asti Docg delle aziende associate.

In uno spazio dedicato esporranno le seguenti aziende vitivinicole:

AMERIO ROCCO CANELLI
AZ. VITIVINICOLA BUSSI PIERO - Calosso
AZ. AGRICOLA GOZZELINO SERGIO - Costigliole d’asti
AZ. AGRICOLA METTOLA - Trezzo Tinella
AZ. AGRICOLA SORIA MATTEO - Castiglione Tinella
AZ. VITIVINICOLA TRANCHERO OSVALDO - Mango
CANTINE DAFFARA & GRASSO - Calosso
PIANBELLO AZ. AGRICOLA - Loazzolo  
SCAGLIOLA GIACOMO & FIGLIO AZ. AGRICOLA - Canelli  

IL CONSORZIO PER LA TUTELA DELL’ASTI
Il Consorzio per la tutela dell’Asti è stato ufficialmente costituito il 17 dicembre 1932 e riconosciuto nel 1934 - inizialmente con il nome di “Consorzio per la Difesa dei Vini Tipici Moscato d’Asti Spumante e Asti Spumante” - adottando come marchio consortile il patrono di Asti, San Secondo a cavallo. Il Consorzio opera per la tutela, la valorizzazione e la promozione dell’Asti e del Moscato d’Asti nel mondo. Per raggiungere questo obiettivo si dedica alla ricerca con studi scientifici mirati e con l’applicazione di innovazioni tecnologiche che migliorino il processo produttivo, oltre a svolgere funzioni di controllo sull’intera filiera e a vigilare sull’uso improprio del marchio del Consorzio.

La zona di origine dell’uva Moscato bianco è stata delimitata nel 1932 dal disciplinare di produzione dell’Asti Docg e del Moscato d’Asti Docg. Il vigneto a Moscato bianco si estende per circa 9700 ettari in un territorio che comprende 52 Comuni delle province di Alessandria, Asti e Cuneo. Secondo i dati di luglio 2016, le realtà consorziate sono 174, divise tra 52 case spumantiere, 12 aziende viticole, 15 aziende vinificatrici, 79 aziende vitivinicole e 16 cantine cooperative, che producono oltre 80 milioni di bottiglie.

La vendemmia dell’uva Moscato ha un valore di circa 50 milioni di euro. L’85% della produzione dei vini tutelati dal Consorzio, l’Asti Docg e il Moscato d’Asti Docg, viene esportata all’estero.

Comunicato Stampa Consorzio per la Tutela dell'Asti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.