Log in

Dolce Puglia 2016: da 10 anni le vie della dolcezza

La X edizione di Dolce Puglia la ricorderemo a lungo. Lo staff del direttivo della Delegazione Murgia, i produttori, i sommelier, gli ospiti e tutti i partecipanti. Ognuno di loro ha contribuito a rendere un grande successo questo evento.
 
Emozioni a profusione si sono susseguite durante la serata, incastonati nella bellezza di una location d’eccezione, il Palazzo Marchesale Venusio di Turi.

Oltre 1000 visitatori hanno potuto degustare i tanti volti dell’enogastronomia pugliese declinata al dolce, il più piacevole dei sensi, quello che ci accompagna sin dall’infanzia e nel quale ci rifugiamo quando vogliamo sentirci coccolati.

La prima parte della giornata si è caratterizzata come da programma con il convegno a tema “Il moscato di puglia e le sue diverse declinazioni”, dove sono intervenuti in prima battuta le Autorità:

- il Sindaco di Turi, dott. Domenico Coppi, che ha portato i saluti della città ospitante;
- il Senatore Dario Stefàno, da sempre vicino al mondo Ais e particolarmente sensibile allo sviluppo del comparto vitivinicolo pugliese; lo dimostra la tenacia con la quale ha espresso la volontà di  portare avanti il disegno di legge presentato al Senato, per l'introduzione dell'insegnamento obbligatorio della disciplina “Storia e Civiltà del vino” nelle scuole primarie e secondarie, di primo e di secondo grado, necessaria per conservare e promuovere le identità territoriali di ogni regione d’Italia;
- il dott. Francesco Giustino, Analista statistico e politiche europee, c/o Presidenza Consiglio dei Ministri che ha fatto delle importanti considerazioni riguardo alle politiche economiche del settore;
- il presidente Ais Puglia Vito Sante Cecere ha sottolineato l’impegno costante dell’Ais quale strumento di comunicazione essenziale a disposizione della comunità e di tutto il comparto di settore.
Si è entrati poi nel vivo dell’argomento con i tanti interventi dei tecnici presenti al dibattito:
- il dott. Pierferderico Lanotte, ricercatore del CNR ha illustrato come anche la comunità scientifica sia determinante, selezionando e studiando le diverse varietà di moscato presenti in Puglia, dalle sue origini alle diverse classificazioni ampelografiche.
- Il dott. Massimiliano Apollonio, la dott.ssa Laura Minoia e il dott. Massimo Tripaldi per AssoEnologi Puglia, hanno analizzato i processi di vinificazione di alcune varietà di moscato attraverso la loro diretta esperienza in cantina;
- La dott.ssa Flora Saponari ha relazionato circa le possibilità e gli sviluppi del mercato dei vini dolci pugliesi secondo l’opinione condivisa dalle Donne del vino di Puglia;
- Il dott. Giuseppe Baldassarre, ci ha affascinati come sempre in un viaggio sensoriale attraverso l’enografia nazionale dei moscati d’Italia e non solo.

Ma Dolce Puglia si racconta anche attraverso la cospicua presenza di tante pasticcerie, espressione di un lavoro intriso di tradizioni, sacrificio e dedizione che dà i suoi frutti quando concepito con professionalità, attenzione per le materie prime e soprattutto passione, come hanno ben detto il maestro pasticcere Antonio Caputo e lo Chef Consulting Laboratory Giuseppe Mancini quest’ultimo, tra l’altro, anacronistico a dirsi ma senza dubbio motivo d’orgoglio per un pugliese, recentemente insignito del prestigioso premio Panettone d’Autore 2016 dal Richemont Club Italia.

Interessanti anche gli interventi dei partner della manifestazione, il dott. Domenico Demarinis della De Simone & Partners, sull’importanza della protezione del marchio all’estero e il dott. Francesco Attanasio, presidente dell’Associazione Astera, con un progetto di solidarietà a favore dei malati di Alzheimer che per l’occasione ha offerto prodotti dolciari realizzati da volontari.

E’ stato poi il momento della premiazione dei vincitori della IV edizione della Guida Dolce Puglia 2016, annunciati da un emozionato Vincenzo Carrasso, ideatore del format Dolce Puglia, che ha portato sul podio, rispetto alle sei categorie in concorso, 18 cantine tra le 64 partecipanti.

Il premio per la Migliore Etichetta è andato alla cantina Colli della Murgia di Gravina per il vino “Leble”, per aver dato all'immagine dell'etichetta di non facile interpretazione, un fascino unico ed enigmatico poi svelato. Leble infatti deriva dal francese lebleu ovvero grano, ed è il nome di una contrada e di una masseria del 1700 denominata così da un generale francese per indicare una zona a forte vocazione cerealicola, oggi di proprietà dell'azienda.

Mentre il premio speciale Giuria è andato alla cantina Attanasio di Manduria, per aver dato un contributo originale e significativo alla causa del vino dolce pugliese; per aver sempre fortemente creduto nella versione dolce del Primitivo, averne contribuito ad elevarne il prestigio e la fama attraverso un costante impegno nel raggiungere un altissimo livello qualitativo, non disgiunto da un assoluto rispetto della tipicità.

Sciolta dunque ogni riserva e tensione, dalle parole si è passati ai fatti, si, ma fatti di zucchero, di colori, di marzapane, di cioccolato, di canditi, di formaggi di ogni forma e stagionatura, di mieli e di ogni cosa potesse parlare di dolcezza e di Puglia, in una cornice fiabesca, pantagruelica.

Sullo sfondo di inebrianti profumi e irresistibili sapori, mille volti sorridenti hanno brillato e brindato a questa magnifica ed armonica X edizione di Dolce Puglia 2016.

Ma non finisce qua, il prossimo 17 dicembre Dolce Puglia si sposterà ad Avellino presso l’Hotel Virginia, ospite della Delegazione Ais di Avellino condotta da Annito Abate, per una degustazione di tutti i vini vincitori del Trofeo Dolce Puglia 2016, guidata dal dott. Giuseppe Baldassarre.

I VINCITORI DELLA X EDIZIONE DI DOLCE PUGLIA 2016

CATEGORIA VINI DOLCI DA UVE BIANCHE
3 GONEIS - PALLOTTA LEONARDO
2 SOLE - CONTI ZECCA
1 PASSO DELLE VISCARDE - AGRICOLE VALLONE
        
CATEGORIA SPUMANTI    
3 ROSA ROSE ROSE' - CANTINE PAOLO LEO
2 BALDASSARRI - TENUTA MARANO
1 VALLE VIGNA - SOC. COP. UPAL

CATEGORIA MOSCATO    
3 PIANI DI TUFARA - RIVERA
3 MOSCATO DI TRANI - VILLA SCHINOSA
2 KALORO - TORMARESCA
1 HEGLIOS - AZ. AGR. TOTO
        
CATEGORIA ALEATICO    
3 GAZZA RUBINA - AZIENDA AGRICOLA SANTA LUCIA
2 CANTONE DI CRISTO - AZ. AGR. GIULIANI VITO DONATO
1 ALEATICO - CANTINE POLVANERA
        
CATEGORIA VINI DOLCI DA UVE ROSSE
1 BOTRUS - BOTRUGNO SERGIO
        
CATEGORIA PRIMITIVO
3 NEKTARE - SOLOPERTO
3 MEZZA LUNA - CANNITO
2 GENIUS - MILLEUNA SRL
1 TRETARANTE - MILLEUNA SRL

Rossana Novielli
Ufficio Stampa Ais Murgia

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.