Log in

Dal latte nobile... quali formaggi?

Antonio Ciani, poco più che trentenne, giovane e preparato allevatore a capo con la mamma casara dell' Azienda Agricola Giannetta Gerarda a Bisaccia, pochi chilometri appena oltre il confine appulo campano.

Ventiquattro vacche di razza Pezzata Rossa ed una sola pezzata nera, un caseificio artigianale a norma di legge per garantire i necessari requisiti dal punto di vista sanitario e di tracciabilità.

Aria, acqua e luce di queste contrade qui ci parlano di ossigeno, pulizia, benessere animale,  sostenibilità etica ed ambientale dell'allevamento bovino, il "vassoio" vero e necessario alla trasformazione dei vegetali verdi e secchi, che qui crescono, in Latte Nobile (R) ed suoi derivati di rara fattura.

Nessuna delle sue bestie conosce l'ago della siringa di un veterinario, ne carriere produttive rapide e rapida rottamazione a causa di stress da management iper produttivo, ne mangimi a go-go ne sottoporodotti per l'alimentazione del bestiame.

Ne scopriremo le peculiarità nella seduta di degustazione di Giovedi 7 luglio presso la terrazza del Ristorante TRE ARCHI ad Altamura grazie alla collaborazioe di Biagio Tricarico, giovane imprenditore a capo della locale sede di The Great gig in the Wine, di Somma  Vesuviana, del frantoio di Donato Conserva"OLIO DI MIMI'", che ci proporrà la selezione oleicola 2015, e delle aziende agricole produttrici delle mozzarelle fiordilattenobile Ciccarella Vincenzo e di salumi di Luigi Pennella, anche loro di Bisaccia.

Il tutto affidato alle invenzioni ed abilità della brigata di cucina del TRE ARCHI.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.