Log in

Latte italiano: è battaglia contro Europa e multinazionali francesi

Dalla giornata mondiale del latte, in scena ieri a Milano, iniziativa promossa dalla Fao nel mondo e spinta dalla Coldiretti in Italia, è emerso che il latte italiano sta combattendo una dura battaglia su due fronti.

Da un lato quello europeo, dove gli allevatori hanno espressamente chiesto al Governo un decreto per introdurre l'origine sulle etichette di latte e formaggi, dall'altro quello francese con le multinazionali le quali hanno cambiato unilateralmente le condizioni contrattuali, arrivando a pagare i produttori italiani al di sotto dei costi di produzione.

Una situazione che mette a rischio anche gli oltre 120.000 posti di lavoro nell’attività di allevamento da latte.

Alla manifestazione era presente il Premier Renzi, il quale che così dichiarato:"il decreto per l’origine del latte in etichetta è già stato firmato. Non è una promessa, ed è stato già inviato ieri a Bruxelles".

Il Ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, ha annunciato che:"l'Italia porta in etichetta l’origine del latte e dei suoi derivati: è una tappa storica per il mondo dei produttori e degli allevatori ed è un passaggio necessario per garantire sempre di più e sempre meglio i nostri allevatori in questo momento molto difficile per la crisi del latte che sta vivendo tutta l’Europa".

Infine, il Presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, rende noto che questo è:"un risultato che risponde alle esigenze di trasparenza degli italiani che, secondo la consultazione pubblica online del Ministero dell’Agricoltura, in più di 9 casi su 10 considerano molto importante che l’etichetta riporti il Paese d’origine del latte fresco e dei prodotti derivati, mentre per oltre il 76% lo è per il latte a lunga conservazione".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.