Log in

Dario Stefàno: Santi Caporali in Senato

La Redazione di Vinoway Vi riporta il pensiero del Senatore Dario Stefàno pubblicato sul suo blog.

L'Associazione Vinoway Italia è molto sensibile sull'argomento e continuerà la sua comunicazione affinchè non sarà sanata la grave piaga sociale del caporalato che affligge il nostro Paese.

"Ho voluto offrire ai miei colleghi senatori la possibilità di vedere cosa significa realmente la piaga del caporalato, perchè credo che osservare con i propri occhi le immagini crude e reali e ascoltare la testimonianza diretta di chi vive il dramma sulla propria pelle vada ben oltre una semplice audizione in commissione e serva come stimolo a fare in fretta ma bene. Le Istituzioni non possono più far finta di non vedere.

Per questo ho portato in Senato "Santi Caporali", documentario del giovane regista salentino, Giuseppe Pezzula che racconta il fenomeno del caporalato attraverso il racconto delle condizioni disumane dei braccianti nelle campagne di Puglia tra San Giovanni Rotondo e Rignano Garganico.

Occorre una consapevolezza diffusa: nessuno deve sottovalutare il fenomeno del caporalato perchè non è solo un dramma pugliese ma interessa molte zone d'Italia e d'Europa e si sta pericolosamente infiltrando anche in settori diversi da quello agricolo, anche a causa delle maglie larghe di un sistema normativo non idoneo a contrastarlo.

Dobbiamo inasprire le pene per i soggetti che alimentano questo sistema di schiavismo del terzo millennio e poi intervenire sulle aziende individuando la strada della corresponsabilità. Gli "indici di congruità" possono essere uno strumento attraverso il quale verificare il rapporto tra la quantità di prodotto e la quantità di ore lavorative necessarie per ottenerlo, anche allo scopo di indicare chi ha le carte in regola per beneficiare di risorse pubbliche, nazionali o comunitarie che siano.

La proiezione di oggi, con le relative testimonianze dirette di Pezzulla e di Gora rilasciate nel cuore delle Istituzioni, spero sia di buon auspicio affinché l'esame dei disegni di legge in Commissione in Agricoltura registri una accelerazione ma, sopratutto, una direzione di marcia coraggiosa e non di facciata. Le istituzioni non possono più far finta di non vedere il dramma del caporalato".
Ultima modifica ilMercoledì, 25 Maggio 2016 14:24

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.