Log in

Vino, Coldiretti: trattato transatlantico cauteli made in Italy

La Coldiretti esprime preoccupazione per le notizie sull'andamento delle trattative tra UE e Stati Uniti, in quanto gli americani vogliono continuare ad usare le denominazioni "semigeneriche" dei vini europei come ad esempio Marsala, Chianti e Champagne.

La Coldiretti rende noto che:"il trattato transatlantico deve assicurare la tutela dei vini italiani rispetto a un fenomeno, quello del falso Made in Italy a tavola, che ha superato il valore di 20 miliardi di euro.

Il risultato è che oggi il Chianti si produce in California, mentre è possibile acquistare del 'Marsala Wine'.

Il Made in Italy tarocco a stelle e strisce non riguarda però il solo vino, ma colpisce tutti i comparti dell'export tricolore mentre addirittura il 99% dei formaggi di tipo italiano negli Stati Uniti è fasullo".

Roberto Moncalvo, Presidente della Coldiretti, ha così commentato:"la trattativa sull'accordo di libero scambio tra UE e USA deve rappresentare un appuntamento determinante per tutelare le produzioni agroalimentari italiane dalla contraffazione alimentare e del cosiddetto fenomeno dell'Italian sounding.

In gioco c'è un interscambio economico visto che per la prima volta le esportazioni agroalimentari Made in Italy in Usa hanno superato nel 2015 i 3,6 miliardi di euro, con un aumento del 20%. Il vino è il prodotto italiano più apprezzato dagli americani con 1,3 miliardi".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.