Log in

R.Moncalvo: rimuovere la data di scadenza dell'olio è un danno per i consumatori

Il Presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, ha così commentato l'esito delle votazioni della Commissione Politica dell'UE del Senato che ha proposto di modificare l'art.7 della legge n.9 del 2013, nella parte in cui si prevede un termine minimo di conservazione, non superiore ai 18 mesi, per l'olio d'oliva.

"Togliere la data di scadenza dell'olio di oliva per favorire lo smaltimento delle vecchie scorte a danno dei consumatori è un errore che mette a rischio la qualità dell'offerta in Italia".

La Coldiretti rende noto che:"di fatto è stata approvata una norma che favorisce lo smaltimento di olio vecchio e fa invece venir meno una importante misura di salvaguardia per il consumatore.

Con l'invecchiamento l'olio comincia a perdere tutte quelle qualità organolettiche che lo caratterizzano e che sono alla base delle proprietà che lo rendono un alimento prezioso per la salute.

La data di scadenza non sarà più di 18 mesi, ma potrà essere decisa liberamente dagli stessi imbottigliatori, il che equivale di fatto a cancellarla, poiché ognuno potrà metterla in base ai propri interessi commerciali ed è evidente il rischio che in molti ne approfitteranno per smaltire l'olio vecchio".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.