Log in

Slow Food: il vino fa bene, l'importante è non abusarne

A Bari, nel corso di un incontro con esperti del settore organizzato da Slow Food, è emerso che il resveratrolo, presente nei vini rossi, è un enzima in grado di proteggere la pelle, di stimolare la produzione di collagene e di ossigenare la pelle.

E' un antiossifante e incrementa il colesterolo buono, influisce sulla melatonina che controlla in nostro orologio biologico ma, naturalmente, l'importante è non abusarne.

Il dietista Giuseppe Amoruso, presente alla serata, ha così dichiarato:"è tempo che le persone si riconcilino col cibo, che ultimamente sembra una vera disgrazia-calamità e invece dovrebbe essere sinonimo dello stare insieme, chiacchierare, condividere magari sorseggiando un buon bicchiere di vino, a patto che tutto, cibo e vino appunto, non oltrepassi quell'oltre che è il vero responsabile di danni.

Un brindisi sottolinea momenti felici della nostra vita, da festeggiare e ricordare quindi non trasformiamoli in dolore. La giusta dose che in questo caso è non eccedere altrimenti il nostro organismo immagazzina tutto nell'addome fino a che le cellule sature non scoppiano e allora sì che ci si può ammalare di tanto e di tutto.

Per quanto riguarda il vino, buona prassi per gli uomini berne un bicchiere a pasto, mentre le donne, causa un enzima presente a livello epatico che degrada l'alcol, devono accontentarsi di una dose dimezzata".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.