Log in

Davide Scabin:"mangiate più legumi e scoreggiate di più"

La seconda giornata di "Identità Golose", il congresso di alta cucina che si svolge a Milano, è stata aperta da Paolo Marchi, il quale ha dichiarato che:"essere fuori dagli schemi è l’essenza della creatività anche in cucina. Un grande piatto non ha bisogno di ingredienti lussuosi come aragosta o caviale ma di creatività. Bisogna creare e fantasticare. Non abbiate paura della critica. Apritevi e accettate anche i giudizi negativi. Per crescere servono anche un po’ di sberle".

Lo chef Davide Scabin ha così commentato, usando un tono polemico:"dobbiamo mangiare meno carne, non diventare vegetariani, puntando di più sui legumi, dobbiamo fare più puzzette".

Oggi chi scrive e racconta non è più in grado di valutare un piatto, di dire se è buono o cattivo, e allora si punta sulla ricerca di storie, di personaggi 'fighi' perchè altrimenti non si sa che cosa dire.

L'alta cucina non si regge in piedi, le attività ristorative falliscono e per questo non si può rifiutare l’appoggio delle grandi aziende".

Scabin ai giovani: "se vi piace una strada percorretela fino in fondo. Alla fine sono i clienti che vi diranno se avete fatto bene, sono loro che scelgono e contano. E non seguite le mode.

Libertà di fare, di scegliere, di sperimentare, che però non significa improvvisazione".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.