Log in

Criminalità organizzata, agroalimentare: business illegale di 15,4 miliardi di euro

Secondo un'indagine della Coldiretti, la criminalità organizzata investe nel settore agroalimentare per un business illegale di 15,4 miliardi di euro.

Nei giorni scorsi è stato effettuato un blitz della Polizia e della Guardia di Finanza nei confronti di presunti appartenenti ad un'organizzazione criminale insediata nel settore ortofrutticolo e caseario di Roma e collegata ad un importante clan camorristico della provincia di Napoli.

La Coldiretti ha così commentato:"gli interessi criminali sono rivolti anche alle forme di investimento nelle catene commerciali della grande distribuzione, non curandosi delle gravi conseguenze per la catena agroalimentare, per l’ambiente e la salute.

Un'attività favorita dalla mancanza di trasparenza nel commercio dei prodotti agroalimentari per i quali non è ancora prevista una capillare tracciabilità con la presenza dell’indicazione di provenienza sulle etichette.

Compromettono in modo gravissimo la qualità e la sicurezza dei prodotti, con l’effetto indiretto di minare profondamente l’immagine dei prodotti italiani ed il valore del marchio Made in Italy".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.