Log in

La riduzione del consumo di farina rappresenta il primo passo verso la malnutrizione

Durante la conferenza "Farina: sana energia per la buona tavola", organizzata da Italmopa a Rimini, è emerso che la riduzione del consumo di farina rappresenta il primo passo verso la malnutrizione.

Il nutrizionista Luca Piretta ha così spiegato:"una tendenza dietologica di questi ultimi tempi tende ad allontanare il consumatore dall'utilizzo delle farine.

Ma partiamo dall'assunto che il nostro cervello si nutre quasi esclusivamente di glucosio. E qual è il modo migliore per introdurre glucosio con la dieta? Consumare appunto gli amidi delle farine, una buona norma perfino per i diabetici.

Non solo le farine non devono essere eliminate, ma bisogna invece capire quanto siano sane e facciano bene al nostro organismo.

In termini salutistici non esistono differenze di salubrità tra le farine 00 e quelle integrali.

Semplicemente la farina 00 è stata al centro di una serie di attacchi mediatici, peraltro immotivati, che hanno portato il consumatore a pensare che sia meglio optare per le farine integrali. Non esistono residui di alcuna sostanza chimica 'sbiancante' nelle farine 00. Anzi le farine 00 sul mercato sono estremamente controllate e rispettano alti standard qualitativi".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.