Log in

Cia, Maltempo: allarme per i raccolti

La Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) rende noto che:"le temperature di questo inverno anomalo stanno generato stravolgimenti produttivi nei campi.


La combinazione di fioriture anticipate, gelate e piogge violente, si potrebbero tradurre in danni non indifferenti per il settore primario, che dal 2007 ad oggi, per effetti del maltempo, ha già pagato un conto di 6 miliardi di euro.

L’agricoltura, per sua stessa natura, è forse tra le attività economiche maggiormente esposta e vulnerabile alle conseguenze dei cambiamenti climatici.

Impressiona come il fenomeno dell’eccesso termico si sia tradotto in un costo di quasi 650 milioni di euro e ben 2,9 miliardi sono stati i danni agricoli per la siccità.

Dal 2007 al 2015 alcune produzioni hanno registrato tagli delle rese fino all’80%. Un conto salato che potrebbe crescere ulteriormente anche quest’anno, in particolare se, in questa particolare fase dei cicli produttivi, dovessero sopraggiungere gelate e grandine.

Nei campi è già allarme per alcuni frutti e per le piante ornamentali, c’è il timore concreto  che il simbolo della festa delle donne, la mimosa, potrebbe anticipare di molto la fioritura e non essere così disponibile per l’8 marzo prossimo".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.