Log in

Varese: produttore di tappi muore e lascia 1,5 milioni di euro ai dipendenti

Un'eredità da un milione e mezzo di euro per i suoi dipendenti. Questo è stato l'ultimo gesto di Piero Macchi, fondatore della Enoplastic, di Bodio Lomnago in provincia di Varese, leader nel settore di capsule e chiusure per bottiglie di vino.


L'impreditore, morto lo scorso giugno ad 87 anni, aveva lasciato nel suo testamento che venisse distribuita una busta paga tra i 280 lavoratori a seconda dell'anzianità e del livello di servizio.

Ai più giovani l’azienda ha elargito 2.000 euro, cifra quasi quintuplicata per gli operai di lungo corso.

Giovanna Macchi, figlia dell'imprenditore e amministratore delegato dell'azienda, ha così dichiarato:"ha agito nella piena autonomia delle proprie decisioni, con la collaborazione di un notaio di fiducia e di un consulente del lavoro".

L'azienda è sempre stata interessata al benessere dei propri lavoratori, dove vige un codice etico rigoroso e una ferrea attenzione alla sicurezza.

Redazione di Vinoway
Ultima modifica ilDomenica, 10 Gennaio 2016 16:17

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.