Log in

Il primitivo incontra il jazz

Trullo di Pezza al Primitivo Jazz Festival. 3 gennaio alle ore 18 – Chiostro ex Convento e Chiesa S. Maria delle Grazie Maruggio (TA).
Musica, arte e gusto combinate in un mix di suggestioni per fare vivere le emozioni sensoriali del primitivo, vitigno e vino dell’area jonico tarantina. Questa la proposta della 2nd winter edition del Primitivo Jazz Festival – in programma il 3 e il 4 gennaio prossimi dalle 18 nel Chiostro dell’Ex Convento di S. Maria delle Grazie di Maruggio – e che vede tra i protagonisti in scena Trullo di Pezza con i suoi vini da primitivo, Li Curti (Doc Manduria) e Mezza Pezza (IGP Salento).

All’appuntamento con i sensi Simona e Marica Lacaita – presenti alla degustazione del 3 gennaio – hanno subito aderito con convinzione perché, alle due giovani sorelle dal cuore enoico alla guida di Trullo di Pezza entusiasmano «queste nuove modalità di raccontare il vino del vitigno autoctono dell’area in cui siamo produttrici. È stimolante e coinvolge il pubblico in un’esperienza che va ben oltre la semplice degustazione» dice Simona, seguita da Marica che aggiunge «soprattutto offre un’opportunità per avvicinare anche chi non ha grande attrazione verso il vino Un’occasione speciale anche per noi produttori perché possiamo spiegare la nostra esperienza sul campo e in cantina in una prospettiva meno tecnica e più emozionale».

Sotto la direzione artistica di Umberto Summa, la seconda edizione del Primitivo Jazz festival  promette di lasciare un ricordo unico attraverso il percorso multisensoriale in cui il primitivo sarà il fil rouge, l’antico Chiostro la cornice. Accanto ai produttori, diversi gli artisti che stimoleranno i sensi: per la vista, la seduzione arriverà dal lavoro “live” proposto su tela dall’artista salentina Arianna Greco che utilizzerà come colore il vino, naturalmente primitivo; per l’udito ci saranno le proposte musicali del pianista William Greco e del contrabassista Marco Bardoscia, noti jazzisti del panorama nazionale. La parte gusto-olfattiva è lasciata alle aziende, tra cui Trullo di Pezza, che incanteranno l’olfatto con “Profumi del vino e dell’olio”, e tenteranno il gusto con l’abbinamento di “Vino e Cioccolato”.

Comunicato Stampa

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.