Log in

Allarme Oms: carne rossa e insaccati possono causare il cancro

L'agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, facente parte dell'Oms, ha lanciato un allarme.

Il consumo di salumi, carne lavorata, carne rossa e insaccati può causare il cancro.

Lo studio include la carne di maiale, di manzo, di vitello, di pecora, di capra e di cavallo.

Le carni lavorate, come ad esempio i wurstel, sono ritenute cancerogene e vanno perciò inserite nel gruppo 1 delle 115 sostanze che causano il cancro.

Il dottor Kurt Straif, capo dello Iarc Monographs Programme, ha così dichiarato:"Per una persona, il rischio di sviluppare cancro all'intestino a causa del consumo di carne processata resta piccolo, ma aumenta in proporzione alla carne consumata.

La carne rossa è invece classificata come 'probabile' cancerogeno nel gruppo 2A.

Il presidente dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica, Carmine Pinto, ha così commentato:" La decisione dell'Oms di inserire carni lavorate e carni rosse nella lista delle sostanze cancerogene è un invito a tornare alla dieta mediterranea. Invito ad evitare gli allarmismi.

La Iarc conferma dati che conoscevamo da tempo ovvero. Per quanto riguarda le carni rosse è una questione di modalità e di quantità.

Il messaggio che dobbiamo dare è che la carne rossa va consumata nella dovuta modalità, una o due volte a settimana al massimo".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.