Log in

Il vino sulle onde: sesto giorno

Nessuna passeggiata a terra hanno fatto i nostri vini in crociera. Un giorno e due notti intere di navigazione.

Ma non è stato tempo sprecato. Si sono riposati e rilassati. Oggi finalmente Napoliiii. E a Napoli si presentano i vini delle Donne del Vino della Puglia.

Baglio di Pianetto, Piana degli Albanesi (Pa) Ficiligno 2014. Uvaggio di Inzolia eViogner. Fichi d'india, mimosa, sole caldo bouquet complesso. Freschissimo ma anche morbido e note minerali presenti. Finisce leggermente amarognolo ammandorlato. Ideale abbinamento con le sarde a beccafico ma anche carpaccio di tonno.

Cardone di Marianna Cardone DDV di Locorotondo (Ba) Il Castillo 2014. Un assemblaggio di Verdeca, Fiano e Dalessano. Quanta mineralità, alga fresca, sabbia calda,  mare pulitissimo. Esplosione di fuochi d'artificio. Quanta sapidità e quanta lunghezza i questo bianco scoppiettante.

Varvaglione di Marzia Varvaglione e Maria Teresa Basile DDVLeporano (Ta) Malvasia del Salento. Il nome 12 e mezzo. Annata 2014. Sentori mielosi, frutta gialla, ginestra, biancospino, mango, una nota di lavanda. Morbido ed elegante con sapidità importante. Grande persistenza. Abbinamento ideale con formaggi anche di capra, pesce crudo o una frittata alle erbe.

Cantine Imperatore di Sonia Imperatore DDV. Adelfia (Ba) Il Sogno 2010.  Primitivo di Gioia del colle. Un rosso impenetrabile. Naso profondo, ciliegia sotto spirito, cuoio, grafite, noce moscata, cioccolato. chiodi garofano. Morbidoso, cicciottoso, lungo, immenso. Non finisce mai. Il classico vino da poltrona, caminetto ecc. ecc.

Soloperto di Sabrina Soloperto DDV. Di Manduria (Ta) il nome Rubinum 2013. Primitivo di Manduria. Sentori terziari, grafite, inchiostro, lavanda, liquirizia, cioccolato, tostatura, tabacco da pipa. Una complessità potente. 17 gradi di alcol ma non si sentono. E' pieno in bocca con tannini setosi, fresco con gran corpo muscoloso.

Antica Masseria Jorche di Dalila ed Emanuela Gianfreda. Torricella (Ta) Primitivo di Manduria Riserva 2010. Un naso intrigante. Un carretto di spezie, con cannella, macis, noce moscata, chio di garofano, anice stellato. Al gusto è fresco anche se ha un corpo di 16 gradi. Lui invece è muscoloso elegante. Lunghissimo e intrigante. Ritorna una frutta fresca. Grandissimo corpo. Non lo scorderò di sicuro.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.