Log in

E' stata inventata l'etichetta intelligente

Un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Scienza dei Materiali della Bicocca e dell'Imperial College di Londra, con il coordinamento del professiore di Chimica Organica Luca Beverina, hanno ideato l'etichetta intelligente.

Questa etichetta cambia colore a seconda della temperatura e registrano la storia termica degli alimenti indicando se è stata superata la soglia limite per la sicurezza.

Il suo funzionamento è basato sulla reazione chimica in grado di attivare un pigmento organico depositato su una pellicola di silice porosa, che si applica sulla confezione del prodotto.

Il pigmento viene programmato in modo che sia incolore; se durante il suo tragitto l'alimento non rispetta la catena del freddo, e quindi supera il margine di sicurezza, fino a 9 gradi per non più di 30 minuti, l'etichetta assume un colore blu chiaro. Se però l'alimento rimane per 3 ore a temperatura ambiente l'etichetta diventa blu scuro.

Luca Beverina ha così commentato:"Queste etichette sono semplici, economiche e affidabili, e registrano tutta la storia termica di un pacchetto in modo facile e leggibile a occhio nudo. È una soluzione che aiuta produttori e distributori a evitare che alimenti freschi e deteriorati finiscano nello stesso frigorifero".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.