Log in

Come si ottiene la carta dall'uva?

Dalla collaborazione tra un'industria italiana della carta, Favini, ed uno dei nomi più famosi dello Champagne, la Maison Veuve Clicquot, è nata l'idea di ottenere carta dall'uva.

Insieme hanno dato vita a "Naturally Clicquot 3", nato dal riutilizzo dei sotto-prodotti del processo di produzione dello champagne.

Si legge in una nota:"Nel pieno rispetto dell’ambiente, dopo la spremitura dei grappoli la buccia degli acini d’uva trova un nuovo utilizzo.

Grazie al know-how di Favini nella creazione di carte ottenute da residui agro-industriali, le bucce vengono essiccate e micronizzate per diventare materia prima per la produzione di una carta ecologica unica risparmiando il 25% di fibre vergini.

Per ottenere l’innovativa carta utilizzata per la confezione ecologica di Veuve Clicquot, Favini inserisce i residui all’interno del ciclo produttivo mescolandoli con acqua e fibre naturali, andando a sostituire parte della cellulosa di albero".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.