Log in

In 2.500 da mezzo mondo per una prosecco cycling da record

Ventisette le nazioni al via dell'evento che domenica andrà in scena nel cuore delle colline del Prosecco.

Apertura alle bici elettriche e sosta speciale sul Muro di Ca' del Poggio con neutralizzazione del tempo. Oggi, alla Tenuta Villa Sandi, tra brindisi e degustazione di prodotti tipici, inizia l'accoglienza dei partecipanti

Quota 2.500 è lì, ad un passo. Poche pedalate ancora, e ci siamo. Ore di vigilia per la Prosecco Cycling, che domenica rinnoverà il fascino di un grande festa, all'insegna del ciclismo, nel cuore delle colline del Prosecco.

I numeri innanzitutto. In queste ore, la Prosecco Cycling ha avvicinato il muro dei 2.500 iscritti e il flusso delle richieste di partecipazione (possibili sino alle 19 di sabato) non accenna a diminuire. Colpisce anche la provenienza dei ciclisti: al momento sono ben 27 le nazioni rappresentate al via. Cifre da record, che confermano un trend positivo: mai prima d'ora la Prosecco Cycling aveva raggiunto un tale numero di Paesi partecipanti.

Il simbolo della partecipazione straniera è Mike Ramseyer, il sessantaduenne manager britannico arrivato in bici da Londra (1.400 chilometri percorsi in dieci giorni) e che domenica sarà regolarmente al via a Valdobbiadene. Ma arriveranno per pedalare nella terra del Prosecco anche da Stati Uniti e Canada, da svariate nazioni europee e persino dall'Estremo Oriente.

L'edizione 2015 della Prosecco Cycling si svilupperà su un percorso unico di 98,8 chilometri, con dislivello di 1.550 metri. La partenza avverrà alle 9 (non più alle 8.45) da Piazza Marconi a Valdobbiadene. I dolci declivi collinari e la possibilità di pedalare senza esasperazioni, fanno della Prosecco Cycling un appuntamento adatto a tutti. Uno spettacolo da non perdere per chiudere in bellezza la stagione.

Quest'anno, per la prima volta, la partecipazione sarà anche aperta alle bici elettriche. Un nuovo modo per interpretare la passione per le due ruote. E andare così, con minor fatica, alla scoperta di un territorio che è uno scrigno di tesori.

Pedalerà con una bici elettrica anche Tony Fassina, l'ex campione italiano ed europeo di rally (chi non ricorda la mitica Lancia Stratos?). Mentre il figlio Alessandro (insieme al fratello Ado) sarà impegnato in una curiosa sfida a squadre (team da sei persone e classifica determinata dal quarto classificato): lui contro Giancarlo Moretti Polegato, l'entusiasta presidente di Villa Sandi. In palio, la prima edizione del Trofeo Prosecco Cycling and Friends.

Momento particolarmente atteso da tutti, il transito sul Muro di Ca' del Poggio, dove i ciclisti brinderanno con Prosecco e scampi. Un appuntamento speciale anche perché quest'anno sarà neutralizzato (ossia non concorrerà a determinare la classifica) il tempo della sosta.

A proposito di ristori speciali, una volta tagliato il traguardo a Valdobbiadene, i partecipanti alla Prosecco Cycling saranno attesi anche da "Trattoria Crai Piaceri Italiani", il grande salone dedicato alle eccellenze enogastronomiche del Bel Paese che – grazie alla partnership con Crai e Scuola di Ristorazione Dieffe - verrà allestito nella bella cornice di Villa dei Cedri, a pochi passi da Piazza Marconi.

Oggi, venerdì 2 ottobre (dalle 10 alle 19), e domani, sabato 3 ottobre (dalle 9 alle 19), ritrovo per tutti i partecipanti alla Tenuta Villa Sandi, a Zecchei, dove, tra brindisi e degustazioni di prodotti tipici, avverrà la distribuzione delle buste tecniche e dei pacchi gara, oltre ad essere raccolte le ultime iscrizioni. Lo spettacolo è pronto ad iniziare.

Comunicato Stampa

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.