Log in

Il vino va sorseggiato correttamente

Secondo un recente studio della Dott.ssa Paola Piombino, ricercatrice di scienze e tecnologie alimentari dell'Università Federico II di Napoli, la quantità di vino sorseggiato altera la percezione di sapori e aromi.

La ricerca quindi dichiara che è l'ideale bere Chardonnay, Sauvignon Blanc o Semillon a piccoli sorsi mentre Riesling e Gewürztraminer richiedono sorsi più corposi.

Il motivo sta nella diversa quantità di sostanze chimiche rilasciate, in funzione del volume della sorsata in quanto da un piccolo sorso di vino bianco emergono principalmente i sentori di mandorla e legno mentre, da un sorso più abbondante dello stesso vino, spiccheranno gli aromi agrumati.

Paola Piombino ha così concluso:"Questo lavoro potrebbe avere un grande impatto su come condurre una degustazione di vino: molti degustatori hanno trovato un loro stile senza capire minimamente la composizione chimica di ciò che stanno cercando, a livello di sentori, in un vino".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.