Log in

Friuli, contraffazione vino : nel mirino 17 aziende

I Carabinieri del Nas di Udine hanno ispezionato 17 aziende vitivinicole, sparse tra Udine e Gorizia, in quanto indagate per presunto giro di contraffazione del vino, in particolare Sauvignon.

L'ipotesi è che il vino sia stato alterato da sostanze non derivanti dalla spremitura dell'uva ma da operazioni chimiche attraverso l'utilizzo di un'aroma che non risulta, però, dannoso per la salute dell'uomo.

Debora Serracchiani, Presidente della Regione Friuli, ha così commentato:"Per responsabilità di qualcuno che non si comporta bene rischiamo di mettere in crisi l'intero sistema dell'agroalimentare, non soltanto regionale, ma di tutto il Paese".

A rifornire le aziende, secondo la Procura, è stato il chimico friulano ed enologo del consorzio dei colli orientali del Friuli, Ramon Persello di 39 anni che produceva e vendeva la sostanza e a cui è stato notificato l'avviso di garanzia.

Per aziende e chimico l'ipotesi di reato è quella di frode nell'esercizio del commercio e l'inchiesta sarà coordinata dal PM Marco Panzeri.

Redazione di Vinoway
Ultima modifica ilVenerdì, 11 Settembre 2015 09:04

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.