Log in

Londra: Giornata dedicata a vini ottenuti da vitigni autoctoni italiani Made in Australia

Gli italiani nella metà del 1900, con le loro migrazioni, hanno portato competenze, tradizioni e vitigni in diverse zone del mondo.

E' nato un progetto, grazie alla collaborazione tra il Wine Writer Walter Speller, Hane Faulkner, Kim e Tennille Chalmers, che sarà in scena il 29 settembre p.v. a Londra con "21st Century Vino London - Italian Grape Varieties in Australia".

Sarà una giornata dedicata ai vini ottenuti da vitigni autoctoni italiani ma Made in Australia, con degustazioni guidate da produttori come Joel Pizzini (Pizzini), Mark Lloyd (Coriole), Sue Bell (Bellwether), Corrina Wright (Oliver’s Taranga), Kim e Tennille Chalmers (Chalmers), Michael Dal Zotto (Dal Zotto), Matt Gant (First Drop), Ray Nadeson (Lethbridge) e Briony Hoare (Beach Road) che racconteranno i loro vini ottenuti da Aglianico, Negroamaro, Nero d'Avola, Lambrusco, Montepulciano, Fiano, Vermentino, Nebbiolo, Sangiovese e così via.

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.