Log in

Francia: Vino invecchiato in grotte paleolitiche

La maison francese, Domaine Notre-Dame-de-Cousignac, ha avuto l'idea di far invecchiare il vino in alcune grotte paleolitiche a 80 metri sotto suolo.

La temperatura costante è di 14 gradi con 88% di umidità.

Raphaël Pommier, esponente della maison francese, ha così commentato:"speriamo che le grotte di argilla e calcare mettano in risalto la mineralità del vino, visto che tutti i minerali che si trovano nella grotta si trovano anche nel nostro suolo e nella nostra uva.

Ci auguriamo che il vino sia in grado di catturare gli elementi della grotta. Anche se questa speranza non è avvalorata da nessuna nozione scientifica, sognare non costa niente".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.