Log in

La lotta alla contraffazione porterà posti di lavoro

Secondo un'analisi Coldiretti presentata all'Expo, dalla lotta alla contraffazione e alla falsificazione dei prodotti alimentari Made in Italy potrebbero nascere più di 300 mila posti di lavoro.

Coldiretti rende noto che:"L’Italia è il Paese più forte al mondo per prodotti distintivi con 271 prodotti a denominazione Dop e Igp per un totale di circa 90mila addetti e 150mila ettari coltivati.

Il valore della produzione è di 6,6 miliardi di euro, mentre il valore dell’export 2014 è circa di 2,4 miliardi di euro per un fatturato al consumo di 13,5 miliardi di euro.

A frenare l'ascesa è però il fenomeno dell’italian sounding che nell’alimentare fattura oltre 60 miliardi di euro, quasi il doppio del valore delle nostre esportazioni agroalimentari".

Roberto Moncalvo, presidente della Coldiretti, ha così commentato:"Due prodotti alimentari di tipo italiano su tre in vendita sul mercato internazionale sono il risultato dell’agropirateria internazionale. In testa alla classifica dei prodotti piu’ taroccati  ci sono i formaggi, seguiti dai nostri salumi più prestigiosi ma anche gli oli extravergine di oliva.

La trattativa sull'accordo di libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti, Tansatlantic Trade and Investment Partnership (Ttip) è un appuntamento determinante anche per combattere il fenomeno dell’Italian sounding molto diffuso sul mercato statunitense.

A questa realtà se ne aggiunge una ancora più insidiosa ovvero quella dell’ italian sounding di matrice italiana, che importa materia prima dai paesi più svariati la trasforma e ne ricava prodotti che successivamente vende come italiani".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.