Log in

XYLELLA: IL MINISTRO MARTINA DOMANI IN PUGLIA

Maurizio Martina, ministro delle Risorse Agricole, Alimentari e Forestali, sarà domani in Puglia per l'emergenza Xylella.

Lo hanno annunciato, in una nota, Teresa Bellanova (Sottosegretario al Lavoro) e l'On. Salvatore Capone.

I due parlamentari hanno anche espresso un proprio parere sulla situazione tra la Puglia e Parigi.

"La decisione assunta dal ministro francese Le Foll circa il blocco delle importazioni di piante dalla Puglia è di estrema gravità e già il governo, per voce del ministro Martina, ha dato una prima, inequivocabile risposta confermando domani la sua visita in Puglia, a Lecce, incontrando i sindaci e le associazioni degli olivicoltori".

Per risposta su quanto accaduto, gli albergatori pugliesi hanno invitato il Presidente francese Hollande e Stéphane Le Foll a trascorrere un week-end in una delle loro strutture per ammirare gli ulivi secolari del Salento.

L'invito è stato inviato per lettera all'Eliseo da Pierangelo Argentieri, Presidente di Federalberghi Brindisi.

Fabrizio Nardoni, Assessore alle Risorse Agroalimentari della Puglia, sostiene che:"Mentre si sviluppa un dibattito sterile che divide l'opinione pubblica e fa diventare tutti esperti di xylella, come avviene la domenica allo stadio quando siamo tutti allenatori, in questo difficile frangente non si fa l'unica cosa utile e completamente innocua che proprietari e conduttori dei terreni devono fare: arature e potature".
Cosa c'entra il dibattito su eradicazione si, eradicazione no, fitofarmaci si, fitofarmaci no con l'aratura dei terreni? E decorso più o meno inutilmente un termine, quello del 5 aprile che appare come scadenza perentoria perché fissata dalla natura. Non è ancora chiaro a tutti che il piano del commissario è un piano sostitutivo degli interventi posti a carico di proprietari e conduttori da un decreto del governo. Come non è chiaro a tutti che le mancate arature consentiranno agli insetti vettori di diventare adulti e di infettare altre piante".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.