Log in

IN TRENTINO TORNA IN AUGE LA SGNAPA

Durante un incontro tenutosi a Roma, promosso dall'Istituto Tutela Grappa del Trentino, è emerso che le grappe alla frutta non stanno avendo più successo mentre torna in voga la "sgnapa", distillato trentino ottenuto da vinacce miste del territorio.

Giuliano Pisoni, ingegnere che milita anche nel mondo della distillazione, ha così commentato:"Il consumatore di grappa trentina, spesso una donna, è sempre più acculturato e chiede dapprima grappa da monovitigno e da ultimo la tradizionale 'sgnapa' ma d'autore, firmata cioè da un distillatore di fiducia.

Prevale quindi la mano, e lo stile del singolo produttore sulla materia prima, le vinacce da uve tipiche, che in Trentino si da' per scontato siano di qualità. Il mercato insegue cioè l'arte distillatoria, non tanto il singolo vitigno come invece avviene per i vini monovarietali.

Negli Usa è la grappa trentina ad aver aperto il mercato del vino Trentodoc. Per i giovani, tuttavia, è quasi impossibile aprire una distilleria.

La formazione poi è ardua: negli istituti tecnici non si studia la distillazione, e solo nell'istituto di San Michele all'Adige si fa qualche cenno alla produzione di grappa nei programmi scolastici".

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.