Log in

L'ALGERIA "BOICOTTA" LE BARBATELLE SALENTINE. IL SEN. STEFÀNO: "IL MINISTRO ATTIVI IMMEDIATAMENTE I CANALI DIPLOMATICI"


I vivaisti del salento stanno per essere "boicottati" dall'Algeria in quanto, questi ultimi, non vogliono che le barbatelle entrino nel loro Paese.

La Regione Puglia dovrà affrontare una doppia sfida. Da una parte deve combattere il batterio Xylella, dall'altra deve risolvere il blocco dell'Algeria.

Su questo episodio si è espresso il Senatore, ed ex Assessore all'Agricoltura Pugliese, Dario Stefàno.

“Il 14 gennaio 2015 la Direzione della protezione delle piante e del controllo tecnico del Ministero dell’agricoltura e dello sviluppo rurale dell’Algeria, ha disposto la sospensione dell’importazione dall’Italia delle barbatelle di vite adducendo come motivo la presenza del batterio Xylella fastidiosa.
Ciò è avvenuto nonostante il servizio fitosanitario della Regione Puglia abbia rilasciato, in seguito alle richieste di informazioni delle autorità algerine, l’attestazione di controllo dei vegetali destinati all’esportazione, dopo gli opportuni monitoraggi ed ispezioni territoriali, riferendo dell’assenza di organismi di quarantena e della conformità delle suddette piante ai requisiti fitosanitari in vigore nel Paese importatore, compresi quelli concernenti gli organismi non di quarantena regolamentati.
Il Ministro attivi immediatamente tutti i canali diplomatici necessari per risolvere nel più breve tempo possibile una determinazione che si presenta ingiustificabile ed insostenibile atteso che il blocco di importazioni interessa piante non ospiti del ceppo di Xylella”.

Redazione di Vinoway
Ultima modifica ilMartedì, 27 Gennaio 2015 18:36

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.