Log in

OLIO D'OLIVA COME IL DIAMANTE: VIENE SCORTATO

E' boom di furti nelle campagne dove i ladri rubano sia olive che fusti di extravergine per bottini di oltre 200 mila euro. E' stato lanciato l'allarme su un fenomeno causato dalla forte crescita delle quotazioni dell'olio d'oliva.

In pochi giorni le forze dell'ordine hanno effettuato decine di arresti e, molti agricoltori, hanno deciso di organizzarsi con ronde o affidarsi a istituti di vigilanza con camion che trasportano olio che viene scortato dalla polizia. L'oliva è diventata come un diamante.

La maggior parte dei furti si è registrata nelle campagne pugliesi e siciliane. Per quanto riguarda il resto della Penisola, sono state attaccate anche campagne in Liguria e nelle Marche.

Questa situazione sta degenerando a cause dell'aumento delle quotazioni che, alla borsa merci di Bari, hanno raggiunto la cifra di 7 euro al chilo per effetto del crollo della produzione nazionale di olio di oliva del 35% su un quantitativo.

Si attende un calo di produzione soprattutto in Puglia e Calabria con circa un terzo in meno rispetto allo scorso anno. A seguire ci sono la Sicilia, la Basilicata e l'Abruzzo.

Nelle regioni del centro e del nord, si attende una produzione dimezzata mentre, solo la Sardegna, ha avuto un aumento del 30% rispetto allo scorso anno.

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.