Log in

DUE BOTTIGLIE SU TRE, RIEMPITE IN ITALIA, CONTENGONO OLIO D'OLIVA DI ORIGINE STRANIERA

Sulla base dei dati Istat relativi ai primi sette mesi del 2014, si può constatare che le importazioni di olio d'oliva dall'estero sono aumentate del 45% circa rispetto allo scorso anno.
Quasi due bottiglie su tre, riempite in Italia, contengono olio d'oliva di origine straniera.

Il Presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, chiede di attuare una "task force" di controllo per l'imminente concretizzazione delle norme contenute nella legge salva olio approvata dal Parlamento.

L'Italia ha il primato mondiale per l'importazione di oli d'oliva che, molto spesso, vengono mescolati con oli nazionali e rivenduti con marchi italiani che riportano nomi, immagini o frasi che richiamano all'italianità.

Si consiglia di acquistare solo le bottiglie di olio extravergine d'oliva DOP in cui è indicato che sono stati ottenuti al 100% da olive italiane.

L'attacco all'olio di origine italiana, mette a rischio piante, impiego di manodopera e fatturati annui per circa 2 miliardi di euro.

Redazione di Vinoway

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.